Arma di fanteria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Questa è la Scuola della Fanteria, Regina delle battaglie »
(All'ingresso della Scuola di Fanteria di Cesano)
Fregio dell'Arma di Fanteria dell'Esercito Italiano (usato per la Fanteria di Linea)

L'Arma di fanteria è un'Arma dell'Esercito Italiano che impiega combattenti appiedati, detti appunto i fanti.

Viene considerata come l'ossatura della forza armata in quanto la maggioranza dei suoi reparti di manovra appartengono proprio dell'arma.

Cenni storicimodifica | modifica wikitesto

Le radici vengono fatte risalire all'istituzione dell'Esercito Italiano (avvenuta il 4 maggio 1861). Complessivamente, dalle guerre d'indipendenza ai giorni nostri la Fanteria ha avuto circa 900.000 Caduti. La formazione d'arma è curata dalla Scuola di Fanteria (Cesano di Roma) il cui comandante assume il titolo di Ispettore per l'Arma di Fanteria.

Caratteristichemodifica | modifica wikitesto

La caratteristica principale delle unità dell'Arma è il costo relativamente economico dell'armamento e dei suoi mezzi. Sin dalla Prima guerra mondiale essa ha costituito la massa d'urto delle Forze Armate ed il nucleo fondamentale dell'Esercito. Durante e dopo tale conflitto essa è divenuta più mobile, più efficiente e più tecnica.

Il santo patrono è Martino di Tours. L'Associazione Nazionale del Fante è la depositaria del Medagliere Nazionale.[1]

Specialitàmodifica | modifica wikitesto

Fanti Italiani in azione in Iraq.

Attivemodifica | modifica wikitesto

Non attivemodifica | modifica wikitesto

Reggimenti e reparti di Fanteria attualmente in vitamodifica | modifica wikitesto

Reggimenti e reparti storicimodifica | modifica wikitesto

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Elenco dei reggimenti di fanteria dell'Esercito Italiano.

Onorificenze alla Bandiera dell'Arma di fanteriamodifica | modifica wikitesto

Cavaliere BAR.svg Ordine Militare d'Italia (già di Savoia, Prima guerra mondiale 1915-18)
Cavaliere BAR.svg Ordine Militare d'Italia (già di Savoia, Guerra d'Etiopia 1935-36)
Valor dell'esercito gold medal BAR.svg Medaglia d'Oro al Valore dell'Esercito (Operazioni di pace 2008)
Valor civile gold medal BAR.svg Medaglia d'Oro al Valore Civile (Alluvione 1994)

Notemodifica | modifica wikitesto

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto