Beatrice di Savoia (1237-1310)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beatrice di Savoia
delfina reggente del Viennois e contessa reggente di Albon
In carica 1269 - 1273
Predecessore Ghigo VII
Successore Giovanni I
Nome completo Beatrice di Savoia
Altri titoli Signora di Faucigny e Viscontessa consorte di Béarn
Nascita 1237
Morte aprile 1310
Sepoltura certosa di Mélan (fr:Chartreuse de Mélan) a Faucigny, Francia
Dinastia Savoia
Padre Pietro II di Savoia
Madre Agnese di Faucigny
Coniugi Ghigo VII del Viennois
Gastone VII di Moncade
Figli Giovanni
Andrea
Anna e
Caterina, di primo letto
Religione cattolica

Beatrice di Savoia, detta anche Beatrice di Faucigny (1237aprile 1310), fu delfina consorte del Viennois e contessa consorte di Albon, dal 1253 al 1269 e poi delfina reggente del Viennois e contessa reggente di Albon, dal 1269 al 1273, Viscontessa consorte di Béarn, dal 1273 al 1290 ed inoltre Signora di Faucigny, dal 1268 alla sua morte.

Originemodifica | modifica wikitesto

Beatrice, secondo il documento n° 407 del Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, dello storico, Ludwig Wurstenberger, era l'unica figlia del Conte di Savoia, Conte di Richmond e Lord guardiano dei cinque porti, Pietro II[1] e, come ci conferma il documento n° 583 del Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, dello storico, Ludwig Wurstenberger, della Signora di Faucigny, Agnese[2], che era la figlia primogenita di Aimone II, signore di Faucigny (discendente dai Signori di Faucigny e dai Conti di Ginevra) e della moglie di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti.
Pietro II di Savoia, secondo i documento n° 58 e 76 del Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, dello storico, Ludwig Wurstenberger, era il figlio maschio sestogenito del Conte di Savoia, Conte d'Aosta e Moriana, Tommaso I[3] e Margherita di Ginevra[4], figlia del conte Guglielmo I di Ginevra e da Margherita-Beatrice di Faucigny.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Nel 1253, Beatrice, secondo il De Allobrogibus libri novem, fu data in moglie al delfino del Viennois e conte di Albon, conte di Grenoble, di Oisans, di Briançon, di Embrun e di Gap Ghigo VII[5] (12251269), che, secondo il De Allobrogibus libri novem, era il figlio maschio primogenito del delfino del Viennois e conte di Albon, conte di Grenoble, di Oisans e di Briançon e conte consorte di Embrun e di Gap, Andrea Ghigo VI e di Beatrice di Monferrato[6]. Il contratto di matrimonio era stato siglato il 30 settembre 1241[7].

Nel 1255, suo padre, Pietro, che, in Savoia, non possedeva ancora feudi, fece il suo primo testamento, e, secondo il documento n° 407 del Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, lasciò a Beatrice una somma di denaro[1].

Ancora secondo il Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, sua madre Agnese, nel 1262 fece due testamenti:

  • nel primo, documento n° 583 del mese di ottobre, disponeva che Beatrice ed il marito Ghigo VII, fossero suoi eredi per un terzo delle sue proprietà, mentre gli altri due terzi andavano al marito, Pietro[2]
  • nel secondo, documento n° 586 del mese di novembre, confermava la spartizine di un terzo e due terzi specificando che, alla figlia ed al genero andavano solo i territori, esclusi i castelli ed altre fortificazioni che spettavano al marito, Pietro[8].

Dopo essere divenuto conte di Savoia, suo padre Pietro II, fece un testamento nel 1264, in cui indicava Beatrice come sua erede, ed esecutore testamentario il fratello Filippo, vescovo di Valence e arcivescovo di Lione[9].

Il 27 giugno 1267, suo marito, Ghigo VII (Guigo Dalphinus, Vienn. et Albonis comitis), fece testamento, disponendo che il suo erede sarebbe stato il figlio maschio primogenito, Giovanni (Johannem filium meum eredem mihi), citando anche le due figlie femmine (Annam et Catharinam filias meas) e la moglie (Beatrix uxor mea)[10].

Suo padre, nel 1268, con un nuovo testamento, confermò Beatrice sua erede[11].
Suo padre Pietro II, morì il 16 maggio 1268[12].
Sua madre, Agnese, rimasta vedova, con un nuovo testamento la riconobbe sua erede universale[13].
Sua madre, Agnese, morì l'11 agosto 1268[14]; Beatrice divenne signora di Faucigny, portando in dote una terra lontana dal Delfinato e avamposto minacciante la contea di Savoia. Questa terra fu in seguito oggetto di conflitto fra le due casate.

Suo marito, Ghigo VII, morì nel dicembre 1269[15] e gli succedette il figlio, Giovanni[16], sotto la reggenza di Beatrice[17].

Beatrice mantenne la reggenza per circa quatto anni, sino al 1273, quando si sposò in seconde nozze col Visconte di Béarn Gastone VII di Moncade[17], che era vedovo di Mathe di Matha (†1270 o 1273), viscontessa di Marsan; il contratto di matrimonio fu redatto il 2 aprile 1273[18].

Dopo la morte del figlio primogenito Giovanni I del Viennois, deceduto il 24 settembre 1282 a causa di una brutta caduta da cavallo a Bonneville[16], Beatrice decise di fondare a sud della città di Taninges, una certosa per accogliere le spoglie del figlio e pregare per la sua anima. La certosa di Mélan (fr:Chartreuse de Mélan) a Faucigny fu terminata nel 1288 e, alla morte di Beatrice, nel 1310, la sua salma vi fu tumulata accanto a quella del figlio[16]. Ad oggi i due sepolcri non sono stati ritrovati.

Discendenzamodifica | modifica wikitesto

Beatrice diede al primo marito, Ghigo VII quattro figli[19][20]:

Beatrice al suo secondo marito, Gastone VII, non diede figli[21].

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ a b (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 407, pag. 200
  2. ^ a b (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 583, pag. 299
  3. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 58, pag. 25
  4. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 76, pag. 34
  5. ^ (LA) Allobrogibus libri novem, pag. 433
  6. ^ (LA) Allobrogibus libri novem, pag. 429
  7. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 147, pag. 84
  8. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 586, pag. 299
  9. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 657, pagg. 336 e 337
  10. ^ a b c (LA) Peter der Zweite, Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, doc. 732, Fragmenta testamenti, pagg. 407 - 409
  11. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 749, pagg. 431 e 436
  12. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 752, pagg. 438 e 439
  13. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 764, pagg. 443 e 444
  14. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 764 a, pag. 444
  15. ^ (EN) Guigues VII (1236-1270)
  16. ^ a b c d e f (LA) Allobrogibus libri novem, pag. 440
  17. ^ a b (EN) Jean Ier (1270-1282)
  18. ^ (LA) Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. 813, pagg. 464 e 465
  19. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: COMTES d’ALBON, DAUPHINS (BOURGOGNE [CAPET) - BEATRIX de Savoie (GUIGUES de Viennois)]
  20. ^ (EN) #ES Genealogy: Capet 9 - Beatrix of Savoy (Guigues VII)
  21. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: COMTES d’ALBON, DAUPHINS (BOURGOGNE [CAPET) - BEATRIX de Savoie (GASTON de Béarn)]

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto

Fonti primariemodifica | modifica wikitesto

Letteratura storiograficamodifica | modifica wikitesto

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto