Campionato mondiale di polo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato mondiale di polo
FIP World Polo Championship
SportPolo pictogram.svg Polo
Tiposquadre nazionali
Categoria10/14 gol handicap
FederazioneFederazione Internazionale Polo
TitoloCampione del Mondo
Cadenzatriennale
Aperturaestate
Partecipanti8
Formula2 gironi all'italiana + finale
Storia
Fondazione1987
Numero edizioni11 al 2017
DetentoreArgentina Argentina
Record vittorieArgentina Argentina (5)

Il Campionato mondiale di polo (in inglese: FIP World Polo Championship) è la massima competizione internazionale di polo per squadre nazionali organizzata dalla Federazione Internazionale Polo (FIP).

Fondato nel 1987 da un'idea di Marcos Uranga, fondatore della FIP, con l'intento di espandere la conoscenza dello sport del polo a livello mondiale, il torneo viene disputato di norma con una cadenza triennale e le rappresentative nazionali partecipanti devono disporre di un handicap totale da un minimo di 10 ad un massimo 14 gol. Per questo motivo, a differenza di altri sport, i migliori esponenti del polo non possono prendere parte alla competizione perché giudicati con un handicap di gol troppo elevato.

Storiamodifica | modifica wikitesto

Antefattimodifica | modifica wikitesto

Un match del Campionato mondiale di polo 2011 in Argentina.

Sebbene il polo sia uno sport molto antico, risalente alla prima metà del XIX secolo, il Campionato mondiale è un torneo relativamente nuovo. Prima di esso la competizione più importante era quella dei Giochi olimpici, dove la disciplina fu presente dall'edizione del 1900 a quella del 1936.

Dopo la fondazione della Federazione internazionale nel 1982, affinché venisse riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO) il polo doveva raggiungere parametri internazionali standard analoghi alle altre discipline sportive. Una di queste regole era quella di disporre di un campionato mondiale; fu così che nel 1987 si tenne la prima edizione del FIP World Polo Championship a Buenos Aires in Argentina, nella città in cui era stata fondata la Federazione e nel Paese che possedeva uno dei tornei di polo più competitivi a livello globale. La FIP, ben conscia delle disparità di livello tra i giocatori delle varie federazioni del resto del mondo, dispose un handicap totale da un minimo di 10 gol ad un massimo di 14 per le singole rappresentative al fine di sopperirne le divergenze. Per annullare il fattore dei polo pony, l'organizzazione escogitò l'idea rivoluzionaria di assegnare le rispettive redini dei 28 cavalli mediante sorteggio.

Il Campionato mondialemodifica | modifica wikitesto

Il 15 aprile 2015 al Palacio de La Moneda, il ministro Álvaro Elizalde e il presidente Michelle Bachelet ricevono la Nazionale cilena campione del mondo.

La prima edizione del campionato mondiale si tenne a Buenos Aires, in Argentina, con le rappresentative nazionali provenienti da: Argentina, Australia, Brasile, Messico e Spagna. La finale tra Argentina e Messico finì in pareggio, tuttavia, fu l'Argentina ad aggiudicarsi il torneo grazie al maggior numero di vittorie durante la prima fase.[1] Nel 1989 otto squadre nazionali disputarono la seconda coppa del mondo al Maifeld Stadium di Berlino in Germania, lo stadio che era stato sito dell'ultima apparizione del polo ai Giochi olimpici; in finale gli Stati Uniti sconfissero l'Inghilterra per 7 a 6.[1]

Nel 1992 si tenne la terza edizione a Santiago del Cile, che vide l'Argentina riconquistare il titolo di Campione del mondo nel match finale contro i padroni di casa cileni sui campi del Club de Polo y Equitación San Cristóbal.[1] Il quarto campionato mondiale si svolse nel 1995 a Sankt Moritz, in Svizzera, e significò il primo titolo per la Nazionale brasiliana.[1] Nel 1998 al Santa Barbara Polo & Racquet Club, Stati Uniti, gli argentini superarono il Brasile in finale, sollevando la terza coppa mondiale. James Easton, un membro del Comitato Olimpico Internazionale, ha consegnato alla rappresentativa argentina un trofeo simile a quelli olimpici dei primi Giochi.[1]

La sesta edizione ebbe luogo a Melbourne, in Australia, nel 2001. Il Brasile alzò il secondo titolo superando in finale una Nazionale australiana mai doma.[1] Quattro anni dopo, nella città francese di Chantilly, i brasiliani vinsero nuovamente mantenendo il titolo conquistato nell'edizione precedente.[1] Nel 2008 a Città del Messico, il Cile riuscì a porre fine all'egemonia brasiliana sconfiggendo proprio quest'ultimi nella finale col punteggio di 13-11.[1] Nel 2011 il campionato tornò all'Argentina che batté il Brasile nella località di Estancia Grande, Provincia di San Luis, raggiungendo il quarto titolo. Il 2015, nuovamente a Santiago del Cile, vide trionfare per la seconda volta i padroni di casa. Nel 2017 il cileni campioni in carica dovettero nuovamente abdicare all'Argentina, che si fregiò del quinto titolo mondiale.

Formulamodifica | modifica wikitesto

La formula attualmente in vigore prevede che si classifichino otto squadre per il Campionato mondiale; due squadre vengono automaticamente qualificate alla competizione: la prima è la nazionale campione in carica che si è aggiudicata l'ultima edizione e la seconda è la rappresentativa del Paese ospitante. Le restanti sei squadre si qualificano nelle rispettive zone continentali:

Prima dell'inizio del torneo le nazionali vengono sorteggiate all'interno di due distinti gironi all'italiana. I vincitori di ogni girone si affrontano nella finale per il titolo, mentre i secondi classificati si incontrano nella finale per il terzo posto. Antecedentemente, diverse edizioni del mondiale sono state disputate con 6, 9 o 10 nazionali partecipanti.

Le rappresentative partecipanti devono avere un handicap massimo di 14 gol, somma degli handicap dei rispettivi giocatori valutati e classificati nel ranking FIP.

Edizionimodifica | modifica wikitesto

Edizione Sede Finale Finale terzo e quarto posto Numero di squadre
Vincitore Risultato 2º posto 3º posto Risultato 4º posto
1987
Dettagli
Buenos Aires, Argentina
Argentina
Argentina
Argentina
14 – 14[2] Messico
Messico
Brasile
Brasile
Spagna
Spagna
5
1989
Dettagli
Berlino, Germania
Germania
Stati Uniti
Stati Uniti
7 – 6 Inghilterra
Inghilterra
Argentina
Argentina
Cile
Cile
8
1992
Dettagli
Santiago del Cile, Cile
Cile
Argentina
Argentina
12 – 7 Cile
Cile
Inghilterra
Inghilterra
10 – 9 Stati Uniti
Stati Uniti
6
1995
Dettagli
St. Mortiz, Svizzera
Svizzera
Brasile
Brasile
11 – 10 Argentina
Argentina
Messico
Messico
11 – 10 Inghilterra
Inghilterra
6
1998
Dettagli
Santa Barbara, Stati Uniti d'America
Stati Uniti
Argentina
Argentina
13 – 8 Brasile
Brasile
Inghilterra
Inghilterra
11 – 8 Stati Uniti
Stati Uniti
6
2001
Dettagli
Melbourne, Australia
Australia
Brasile
Brasile
10 – 9 Australia
Australia
Argentina
Argentina
12 – 8 Inghilterra
Inghilterra
8
2004
Dettagli
Chantilly, Francia
Francia
Brasile
Brasile
10 – 9 Inghilterra
Inghilterra
Cile
Cile
12 – 7 Francia
Francia
9
2008
Dettagli
Città del Messico, Messico
Messico
Cile
Cile
13 – 11 Brasile
Brasile
Messico
Messico
13 – 12 Spagna
Spagna
8
2011
Dettagli
Estancia Grande, Argentina
Argentina
Argentina
Argentina
12 – 11 Brasile
Brasile
Italia
Italia
9 – 7 Inghilterra
Inghilterra
10
2015
Dettagli
Santiago del Cile, Cile
Cile
Cile
Cile
12 – 11 Stati Uniti
Stati Uniti
Brasile
Brasile
14 – 12 Inghilterra
Inghilterra
6
2017
Dettagli
Sidney, Australia
Australia
Argentina
Argentina
8 – 7 Cile
Cile
Inghilterra
Inghilterra
6 – 5 Stati Uniti
Stati Uniti
8
2021
Dettagli
Indio, Stati Uniti d'America
Stati Uniti
8

Medaglieremodifica | modifica wikitesto

Aggiornato all'edizione 2017.

Squadra OroVincitore ArgentoSecondo posto BronzoTerzo Posto OroArgentoBronzo Tot. Podi Edizioni Vincenti Partecipazioni
Argentina Argentina 5 1 2 8 1987, 1992, 1998, 2011 e 2017 10
Brasile Brasile 3 3 2 8 1995, 2001 e 2004 8
Cile Cile 2 2 1 5 2008 e 2015 7
Stati Uniti Stati Uniti 1 1 - 2 1989 8
Inghilterra Inghilterra - 2 3 5 - 10
Messico Messico - 1 2 3 - 6
Australia Australia - 1 - 1 - 7
Italia Italia - - 1 1 - 2
Spagna Spagna - - - - - 3
Francia Francia - - - - - 2
India India - - - - - 4
Pakistan Pakistan - - - - - 3
Svizzera Svizzera - - - - - 2
Guatemala Guatemala - - - - - 2
Canada Canada - - - - - 2
Nuova Zelanda Nuova Zelanda - - - - - 2
Germania Germania - - - - - 1
Sudafrica Sudafrica - - - - - 1

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ a b c d e f g h (ES) Polo a great sport - Historia de Mundial de Polo, su deportepolo-educombe.blogspot.com. URL consultato il 6 marzo 2020.
  2. ^ Partita terminata in parità. L'Argentina si aggiudica il titolo a fronte del maggior numero di incontri vinti durante la prima fase del torneo. (EN) 1987 I FIP World Polo Championship (PDF), su fippolo.com, Federazione Internazionale Polo. URL consultato il 6 marzo 2020.

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport