Omicidio di Claudio Graziosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Claudio Graziosi)
Jump to navigation Jump to search
Claudio Graziosi (Roma, 20 giugno 1956 – Roma, 22 marzo 1977)

L'omicidio di Claudio Graziosi, un agente di Polizia italiano, appartenente al IV Reparto Celere Napoli, venne commesso a Roma il 22 marzo 1977 da Antonio Lo Muscio, un terrorista dei Nuclei Armati Proletari.

Storiamodifica | modifica wikitesto

L'agente di polizia Claudio Graziosi mentre era fuori servizio a bordo di un autobus dell'ATAC a Roma il 22 marzo 1977, riconobbe tra i passeggeri e bloccò la nappista Maria Pia Vianale, evasa da poco dal carcere di Pozzuoli, ordinando all'autista dell'autobus di dirigersi verso il più vicino posto di polizia per l'arresto. Antonio Lo Muscio, appartenente all'organizzazione terroristica dei NAP, lo uccise con una serie di colpi sparati alla schiena e poi i due scapparono.

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto

  • Sergio Zavoli, La notte della Repubblica, Editori NUOVA ERI e Arnoldo Mondadori

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto