Comando genio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Comando genio
Scudetto del Comando Genio.png
Scudetto del Comando genio.
Descrizione generale
Attiva2010 - oggi
NazioneItalia Italia
ServizioCoat of arms of the Esercito Italiano.svg, Esercito
TipoGenio
Guarnigione/QGCecchignola
PatronoSanta Barbara
Anniversari24 giugno, battaglia del Piave del 1918
Parte di
Simboli
Fregio metallico dell'Arma del GenioFre gen base.jpg
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il Comando genio dell'Esercito Italiano è l'unità militare dell'Arma del genio. Dipende dal Comando delle forze operative terrestri di supporto. Ha sede alla Cecchignola di Roma.

Storiamodifica | modifica wikitesto

Il Comando Genio del 5º Corpo d'Armata, nato nel 1976, il 1º dicembre 1997 diviene Comando Raggruppamento Genio. Nel 2001 viene costituita la Brigata genio ad Udine.[1]

Il Comando Genio nasce a Roma il 10 settembre 2010, dalla fusione della Scuola del Genio con la Brigata Genio. Dal 1º gennaio 2013 è passato alle dirette dipendenze del Comando delle Forze Operative Terrestri. Nel 2016 passa alle dipendenze del COMFOTER Supporto.

Funzionimodifica | modifica wikitesto

Il comando ha sia funzioni operative, con i tre reggimenti specialistici pionieri, ferrovieri e pontieri, che addestrative. Infatti ha alle dipendenze un reggimento addestrativo e il "Centro di Eccellenza nazionale di Counter-IED", la ex Scuola del genio dell'Esercito Italiano.

Organizzazionemodifica | modifica wikitesto

Bandiera di guerramodifica | modifica wikitesto

La Bandiera di Guerra è decorata di un Ordine Militare d'Italia, una Medaglia d'Oro al Valor Militare, due Medaglie d'Oro al Valore dell'Esercito, una Medaglia d'Argento al Valor Militare, una Medaglia di Bronzo al Valor Militare, una Medaglia d'Oro al Valore Civile, una Medaglia d'Oro al Merito Civile e una Medaglia di Bronzo di Benemerenza.

Comandantimodifica | modifica wikitesto

Al vertice del comando vi è l'Ispettore dell'Arma del Genio.

  • Gen. Div. Antonio Li Gobbi (2010-2014)
  • Col. Francesco Bindi (2014) f.f.
  • Gen. Brig. Pietro Tornabene (2014-2016)
  • Gen. Brig. Francesco Bindi (2016- in carica)

Notemodifica | modifica wikitesto