Crisi organica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Crisi organica, crisi strutturale, crisi di regime o crisi di egemonia, è un concetto che definisce la situazione nella quale un sistema sociale, politico e economico nel suo insieme si trova in un stadio di instabilità tale che le sue istituzioni hanno perso credibilità e legittimità davanti ai cittadini.[1][2]

È un termine coniato da Antonio Gramsci,[3] che distingueva tra una semplice crisi economica e una crisi completa di tutto lo Stato:

«Si può escludere che, di per se stesse, le crisi economiche immediate producano eventi fondamentali; solo possono creare un terreno più favorevole alla diffusione di certi modi di pensare, di impostare e risolvere le quistioni che coinvolgono tutto l’ulteriore sviluppo della vita statale.[4]»

(Quaderni del carcere. Antonio Gramsci)

In questa maniera, quando una crisi organica si produce:

«[…] la crisi di egemonia della classe dirigente, che avviene o perché la classe dirigente ha fallito in qualche sua grande impresa politica per cui ha domandato o imposto con la forza il consenso delle grandi masse (come la guerra) o perché vaste masse (specialmente di contadini e piccoli borghesi intellettuali) sono passati di colpo dalla passività politica a una certa attività e pongono rivendicazioni che nel loro complesso disorganico costituiscono una rivoluzione. Si parla di «crisi di autorità» e ciò è appunto la crisi di egemonia, o crisi dello Stato nel suo complesso.[4]»

(Quaderni del carcere. Antonio Gramsci)

Una crisi organica è pertanto una crisi economica e politica che si prolunga nel tempo e indebolisce tutto il regime politico dovuto al fatto che la classe dominante e le sue istituzioni presentano una perdita di autorità e consenso nella popolazione, sebbene anche si portino a capo azioni coercitive per mantenere lo status quo.[5][6]

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ (EN) James Martin, Antonio Gramsci: Marxism, philosophy and politics, Routledge, 2002, ISBN 0-415-21749-0.
  2. ^ (ES) Brasil: ¿en crisis orgánica? La Izquierda Diario. 9 marzo 2016.
  3. ^ (EN) Roger Simon, Gramsci's Political Thought, Lawrence & Wishart, 2002, ISBN 978-19-098-3179-7.
  4. ^ a b Gramsci, Antonio. Quaderni del carcere.
  5. ^ (ES) Crisis Orgánica y Revolución Pasiva. Americanismo y Corporativismo.[collegamento interrotto] Cinta de Moebio. Revista de Epistemología de Ciencias Sociales. 2001.
  6. ^ (PT) Crise orgânica e revolução passiva: o inimigo toma a iniciativa. Fundação de Estudos Políticos, Econômicos e Sociais Dinarco Reis. 24 giugno 2016.

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto