Ferdinando Minucci (arcivescovo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferdinando Minucci
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Metropolitan Archbishop.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo metropolita di Firenze (1828-1856)
 
Nato18 gennaio 1782 a Firenze
Ordinato presbitero17 agosto 1806
Nominato arcivescovo28 gennaio 1828 da papa Leone XII
Consacrato arcivescovo3 febbraio 1828 dal cardinale Giovanni Francesco Falzacappa
Deceduto2 luglio 1856 (74 anni) a Firenze
 

Ferdinando Minucci (Firenze, 18 gennaio 1782Firenze, 2 luglio 1856) è stato un arcivescovo cattolico italiano, arcivescovo di Firenze dal 1827 al 1856.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Originario di una famiglia patrizia di Volterra, era però ascritto al clero fiorentino e ivi compì la sua carriera ecclesiastica. Già schierato quale Canonico del Duomo nel periodo dell'Occupazione francese contro l'usurpazione del titolo di arcivescovo ad opera di mons. Antoine-Eustache d'Osmond, vescovo di Nancy, venne inviato in esilio in Corsica, dove fondò assieme ad altri sacerdoti una colonia di preti deportati a Bastia.

Fu eletto arcivescovo il 28 gennaio 1828 e venne consacrato il successivo 3 febbraio. Nel 1829, a partire dal 27 settembre iniziò una visita pastorale delle parrocchie dell'arcidiocesi. Il 30 ottobre 1832 eseguì una ricognizione sulle reliquie di San Zanobi, conservate nella cattedrale da secoli. Nell'autunno del 1848, a causa degli avvenimenti sociali che sconvolsero tutta l'Italia, decise di chiudere il seminario arcivescovile maggiore di Firenze. Occupato dalle truppe austriache e adibito a ospedale nel maggio del 1849, il seminario fu oggetto di una lunga trattativa tra le autorità governative e l'arcivescovo per la restituzione dei locali del seminario.

Morì il 2 luglio 1856.

Genealogia episcopalemodifica | modifica wikitesto

Successione apostolicamodifica | modifica wikitesto

Bibliografiamodifica | modifica wikitesto

  • La chiesa fiorentina, Curia arcivescovile, Firenze 1970.

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

Controllo di autoritàVIAF (EN89288681 · ISNI (EN0000 0000 6247 3605 · BNF (FRcb16171200d (data) · BAV ADV11022198 · WorldCat Identities (EN89288681