Fiera internazionale del libro del Cairo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Visitatori alla 41ma edizione della Fiera, 3 febbraio 2009.

La Fiera internazionale del libro del Cairo è un'importante fiera che si svolge annualmente nel mese di febbraio al Cairo, in Egitto, al Cairo International Conference Center a Madinat Nasr, vicino all'Università Al-Azhar. È organizzata dalla General Egyptian Book Organisation.

Dimensionimodifica | modifica wikitesto

La Fiera internazionale del libro del Cairo venne ideata dalla General Egyptian Book Organisation nel 1969, in coincidenza con le celebrazioni per il millesimo anniversario della fondazione della città del Cairo[1]. La quarantatreesima edizione, prevista dal 29 gennaio al 10 febbraio 2011, non si è svolta a causa delle sommosse popolari che hanno portato alla caduta del presidente Hosni Mubarak[2].

La fiera attira centinaia di rivenditori da tutto il mondo e circa due milioni di visitatori ogni anno. È la maggiore fiera del libro del mondo arabo[3][4], e anche la più antica[5]. Nel 2006 è stata la seconda al mondo dopo la Fiera del libro di Francoforte[1].

L'evento è rilevante anche perché le case editrici del Cairo producono da sole circa i tre quinti dei libri in lingua araba stampati nel mondo[5], e la General Egyptian Book Organisation, che organizza la fiera, di proprietà statale, è la maggiore casa editrice del mondo arabo[5]. Sono presenti stand di case editrici private e di agenzie governative da tutto il mondo, e di rivenditori di libri, video, nonché di altri media[6][7], e nel corso delle circa tre settimane in cui si articola la fiera vi si svolgono conferenze, letture e altri eventi pubblici, sia in lingua araba sia in lingua inglese, nonché in altre lingue. Il target dichiarato della fiera è l'egiziano medio, e il materiale presente è di soggetto mainstream; a cornice della fiera vi sono attività all'aperto e spettacoli, come fuochi d'artificio[8].

Controversiemodifica | modifica wikitesto

Recentemente, sono state mosse accuse di censura contro autori di sinistra o islamici, opere critiche dell'operato del governo egiziano o contenenti passaggi o argomenti giudicati controversi da un punto di vista sessuale o culturale[9][10][11][12][13]. Durante l'edizione del 2000, le proteste di alcuni militanti islamici contro libri che essi ritenevano offensivi sfociarono nella violenza: più di 2000 membri delle associazioni studentesche musulmane manifestarono all'esterno dell'Università Al-Azhar, in una delle rare manifestazioni pubbliche di protesta antigovernative precedenti al 2011, e vi furono 75 arresti e alcuni feriti. Il motivo della protesta studentesca era che una casa editrice del Ministero della Cultura egiziano pubblicasse e distribuisse sul mercato copie del romanzo del 1983 Walimah li A'ashab al-Bahr ("Banchetto di alghe"), dello scrittore siriano Haidar Haidar. A seguito di ciò, due dipendenti della casa editrice vennero arrestati per "offese alla religione" e per aver pubblicato un'opera "offensiva verso la pubblica morale"[14].

Negli anni seguenti, un certo numero di libri presentati da editori stranieri è stato ritirato dalle autorità egiziane, tra questi opere del ceco Milan Kundera, del marocchino Mohamed Choukri, del saudita Ibrahim Badi, dei libanesi Hanan al-Sheikh ed Elias Khoury[15]. Nel 2005, la polizia egiziana arrestò alla fiera dei rivenditori e degli attivisti, accusando anche due giornalisti locali di "diffondere falsa propaganda contro il governo" e altre persone per aver presentato un'opera di tendenze apertamente socialiste[16].

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ a b The 38th International Book Fair. Seif Kamel, Tour Egypt. 24 January 2006.
  2. ^ Report from Cairo: Mid-East's Biggest Book Fair Cancelled, 600+ Publishers Affected, Significant Sales Lost
  3. ^ Censorship trims fare at Cairo International Book Fair. Agence France Presse. January 29, 2008
  4. ^ Crowds flocking to Sana'a International Book Fair Archiviato il [Data mancante], in Archive.is. Huda al-Kibsi, Yemen Observer. Oct 30, 2007
  5. ^ a b c They let the dogs yap'. Maya Jaggi. The Guardian, Saturday 9 February 2008
  6. ^ Speakers at the 41st Cairo International Book Fair Archiviato il 27 settembre 2009 in Internet Archive.. The British Council (2009)
  7. ^ High interest, no readers. Zvi Bar'el, Haaretz. February 2008.
  8. ^ Johannes Ebert: A mandate to dialogue Archiviato il 28 marzo 2009 in Internet Archive.. Sherif Abdel-Samad, Al-Ahram Weekly. 8-14 March 2007.
  9. ^ God and woman in Egypt. A feminist writer accused of insult to Islam religion. Amr Eman, San Francisco Chronicle. Sunday, May 6, 2007
  10. ^ Hot Egyptian novel sends pulses racing collegamento interrotto. JOSEPH MAYTON (Middle East Times). April 21, 2008
  11. ^ Off the shelf -- and then where? Archiviato il 11 settembre 2009 in Internet Archive.. Al-Ahram. 7 February 2001
  12. ^ Egypt censors book fair collegamento interrotto. AFP 29 January 2008
  13. ^ Book fair opens amid controversy. Heba Sala, BBC 25 January 2001
  14. ^ Cairo book protesters released. BBC 12 May 2000
  15. ^ Lebanese Books Censored at Cairo Fair. Nahar Net (Beruit) 29 January 2008.
  16. ^ Detained journalist begins hunger strike. International Federation of Journalists (IFJ) 08 February 2005

Fontimodifica | modifica wikitesto

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura