Gianfranco Ferré

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gianfranco Ferré (Legnano, 15 agosto 1944Milano, 17 giugno 2007) è stato uno stilista italiano, esponente del made in Italy e fondatore della Gianfranco Ferré Spa.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Mostrò da giovanissimo il suo talento, quando vinse, non ancora diciassettenne, il concorso nazionale di pittura indetto, nel 1960, dall'associazione culturale "Famiglia Legnanese", con un dipinto ad olio.[1] Dopo una laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 1969, Ferré fece il suo ingresso nel settore della moda negli anni settanta, ottenendo riscontri come creatore di bigiotteria e accessori. Iniziò da allora a collaborare con Walter Albini e Christane Baily.

Seguirono il viaggio in India, dove visse e lavorò per diversi anni, con ricerche, ideazione e produzione della collezione "Ketch", la nascita del prêt-à-porter femminile e la fondazione della società che porta il suo nome, il lancio dell'abbigliamento maschile e la creazione di una gamma di accessori e prodotti realizzati su licenza avvenuta nel 1989 per la linea femminile di Haute Couture, prêt-à-porter e Fourrure e la creazione della linea di conformato femminile "FORMA O BY GFF".

Nel 1978 fondò la sua maison, la Gianfranco Ferré Spa e nel 1989 assunse la direzione artistica della casa francese Christian Dior. Nel 1982 creò la linea di abbigliamento e accessori uomo "Gianfranco Ferré". Nel 1984 creò il primo profumo femminile. Nel 1986 la prima fragranza maschile e la prima collezione "Gianfranco Ferré Couture". In questi anni fu creata la linea "Gianfranco Ferré Jeans" e siglato con la Italiana Manifatture SpA di San Benedetto del Tronto un accordo di licenza per la produzione e distribuzione delle linee Gianfranco Ferré Jeans (uomo, donna), Gianfranco Ferré Junior e successivamente le linee Gianfranco Ferré Fans e Gianfranco Ferré Rhinosaurex. Sempre con la Italiana Manifatture SpA siglò una co-branding nel settore moda con il marchio Oaks by Ferré. Nel 1991 uscì sul mercato il profumo "Ferré by Ferré". Nel 2000 uscì la linea per bambini alla quale seguì un preliminare accordo tra Gianfranco Ferré Spa con la IT Holding di Tonino Perna, ora in amministrazione controllata, per l'acquisizione del 90% della società milanese da parte del gruppo molisano, concretizzata nel 2002.

Il 15 giugno 2007, in seguito ad un'emorragia cerebrale fu ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'Ospedale San Raffaele di Milano, dove morì il 17 giugno alle 21. I funerali si svolsero nella Basilica di San Magno a Legnano. La salma venne tumulata nella tomba di famiglia nel cimitero monumentale di Legnano.

Non ha mai conseguito la patente di guida.

Fatturatomodifica | modifica wikitesto

Il fatturato globale nel 1998 era pari a 1.520 miliardi di lire.

Archiviomodifica | modifica wikitesto

La documentazione è stata prodotta dalla società Gianfranco Ferré dal 1978 fino al giugno 2007, con antecedenti dal 1944 per le foto personali. Dal 2008 l'Archivio Gianfranco Ferré è conservato dalla Fondazione Gianfranco Ferré[2].

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Maria Teresa Alfonsi, Gianfranco Ferré, Milano, Baldini & Castoldi, 2008
  2. ^ Fondo Gianfranco Ferré, su SIUSA Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche. URL consultato il 19 giugno 2019.

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

Controllo di autoritàVIAF (EN2570303 · ISNI (EN0000 0001 1436 7231 · SBN IT\ICCU\LO1V\154370 · LCCN (ENnr96023877 · GND (DE120820129 · BNF (FRcb12464689k (data) · ULAN (EN500010669 · NDL (ENJA00747195 · WorldCat Identities (ENnr96-023877