Giorno dell'indipendenza della Corea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorno dell'indipendenza della Corea
Surrender of Japanese Forces in Southern Korea.jpg
Seul: soldati americani di fronte alla bandiera giapponese che viene ammainata
Nome originale광복절 o 조국해방의 날
Data15 agosto
Periodoannuale
Celebrata inCorea
Oggetto della celebrazioneliberazione dal dominio giapponese, nel 1945
Nome sudcoreano
Nome coreano
Hangŭl광복절
Hanja光復節
Latinizzazione rivedutaGwangbokjeol
McCune-ReischauerKwangbokchŏl
Nome nordcoreano
Nome coreano
Hangŭl조국해방의 날
Latinizzazione rivedutaJogukhaebang-ui nal
McCune-ReischauerChogukhaebangŭi nal

Il giorno dell'indipendenza della Corea (conosciuto come Gwangbokjeol 광복절?, 光復節? – "Giornata della luce tornata" in Corea del Sud e come Chogukhaebangŭi nal 조국해방의 날? – "Giorno della liberazione della patria" in Corea del Nord), è una festa nazionale, che si tiene annualmente in Corea, in memoria dell'indipendenza dal Giappone.[1]

Sia la Corea del Nord che la Corea del Sud fanno decorrere l'indipendenza dal 15 agosto 1945, giorno della dichiarazione di resa del Giappone annunciata dall'imperatore Hirohito ufficializzata il 2 settembre[2] anche se il Giappone mantenne la sovranità amministrativa per l'intera Corea, almeno nel sud, di fatto fino al 12 settembre 1945 e di diritto fino all'entrata in vigore del Trattato di pace di San Francisco il 28 aprile 1952. Prima del 15 agosto, infatti, la Corea faceva parte dell'Impero giapponese sotto il nome di Provincia del Chōsen.

Nella Corea del Sud, inoltre, in questo giorno si commemora anche l'inizio della Repubblica del 1948.

Storiamodifica | modifica wikitesto

Dopo la liberazione della penisola coreana da parte degli Alleati nel 1945, vengono creati due governi indipendenti nel 1948: il filoamericano Syngman Rhee è eletto primo presidente della Corea del Sud[3] e il filosovietico Kim Il-sung è dichiarato primo ministro della Corea del Nord.[4]

Il giorno dell'indipendenza è stato designato ufficialmente come giorno festivo il 1º ottobre del 1949 in Corea del Sud[5] ed è stato chiamato Chogukhaebangŭi nale (조국해방의 날 ) nella Corea del Nord.[6]

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Park, Joo-hee (2014).
  2. ^ Oggi è anche il Gwangbokjeol - Il Post, in Il Post, 15 agosto 2011. URL consultato il 12 novembre 2017.
  3. ^ (EN) Syngman Rhee | president of South Korea, in Encyclopedia Britannica. URL consultato il 16 novembre 2017.
  4. ^ (EN) Kim Il-Sung | president of North Korea, in Encyclopedia Britannica. URL consultato il 16 novembre 2017.
  5. ^ (KO) Gwangbokjeol in Doosan Encyclopedia
  6. ^ (KO) Thinking of reunification through Gwangbokjeol, blog ufficiale del Ministero della riunificazione

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto