Green Italia - Verdi europei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Green Italia
Green Italia - Verdi Europei.png
PortavoceAnnalisa Corrado
Carmine Maturo
StatoItalia Italia
AbbreviazioneGI - VE
Fondazione28 giugno 2013
IdeologiaAmbientalismo
CollocazioneCentro-sinistra
Partito europeoPartito Verde Europeo
Seggi Camera
2 / 630
 (2018)
Seggi Senato
0 / 315
 (2018)
Seggi Europarlamento
0 / 76
 (2019)
Seggi Consiglio regionale
1 / 897
 (2020)
Sito webgreenitalia.org/

Green Italia - Verdi europei è un movimento politico italiano di ispirazione ambientalista.[1]

Storiamodifica | modifica wikitesto

Il partito è fondato il 28 giugno 2013 da un gruppo eterogeneo di politici di ispirazione ambientalista, tra cui Monica Frassoni (ex esponente della Federazione dei Verdi e ex presidente del Partito Verde Europeo), Fabio Granata e Flavia Perina (ex deputati di Futuro e Libertà per l'Italia), Roberto Della Seta e Francesco Ferrante (ex senatori del Partito Democratico ed esponenti di Legambiente) Marco Boato, Fiorello Cortiana e Anna Donati (ex esponenti della Federazione dei Verdi). Frassoni e Granata sono i coordinatori [2].

Per le elezioni europee del 2014 Green Italia forma con la Federazione dei Verdi la lista Verdi Europei - Green Italia. Alla lista avrebbero dovuto aderire anche i Verdi del Sudtirolo/Alto Adige, che hanno però preferito aderire alla lista di sinistra L'Altra Europa con Tsipras. Inizialmente esclusa per non aver raccolto le 30 000 firme necessarie per la candidatura in ciascuna delle cinque circoscrizioni italiane,[3] la lista è stata successivamente riammessa alla competizione elettorale a seguito di provvedimento della Corte di cassazione[4] che ha riconosciuto l'esenzione dall'obbligo di raccolta delle firme in quanto la lista è espressione del Partito Verde Europeo già presente nel Parlamento europeo.[5] La lista ottiene lo 0,91% e non elegge rappresentanti.

Nel 2015 Granata lascia Green Italia per aderire a DiventeràBellissima, movimento politico fondato da Nello Musumeci.

Per le elezioni europee del 2019 Green Italia forma insieme a Possibile, Federazione dei Verdi e Verdi del Sudtirolo/Alto Adige la lista Europa Verde, che ottiene il 2,29%, segnando un miglioramento rispetto alle elezioni precedenti, ma comunque non sufficiente ad eleggere rappresentanti.

Dopo le elezioni europee aderisce a Green Italia la parlamentare Rossella Muroni (ex esponente di Liberi e Uguali ed ex presidente di Legambiente).[senza fonte] L’Assemblea di Green Italia, riunitasi a Roma il 14 settembre 2019 ha rieletto come suoi portavoce Annalisa Corrado e Carmine Maturo.

Nel 2020 aderisce anche il deputato Lorenzo Fioramonti, per alcuni mesi Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel Governo Conte II. [6]

Ideologiamodifica | modifica wikitesto

Il movimento si impegna per dare piena e autonoma rappresentanza politica ai temi della qualità ambientale ed ecologica, della valorizzazione del patrimonio culturale italiano materiale e immateriale, dell’equità sociale, in quanto valori e bisogni di riferimento di un numero crescente di cittadini, delle parti sociali e delle imprese; si ispira in ogni sua azione, anche istituzionale, ai principi della legalità, della trasparenza, dell’ecologia della politica, a quelli fondamentali della democrazia e di tutte le libertà civili, politiche e religiose, rifiuta ogni forma di razzismo e discriminazione, promuove la partecipazione attiva delle donne alla politica ambientale ed ecologica.[7]

Strutturamodifica | modifica wikitesto

Coordinatorimodifica | modifica wikitesto

Ufficio di Presidenzamodifica | modifica wikitesto

Portavocemodifica | modifica wikitesto

  • Annalisa Corrado (2013-in carica)
  • Oliviero Allotto (2013-2017)
  • Carmine Maturo (2017-in carica)

Tesorieremodifica | modifica wikitesto

  • Nabil Pulita (2019-in carica)

Altri membrimodifica | modifica wikitesto

Risultati elettoralimodifica | modifica wikitesto

Voti % Seggi
Europee 2014 [8] 250 102 0,91 0
Europee 2019 [9] 609.678 2,29 0

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Home Archiviato l'11 maggio 2014 in Internet Archive.
  2. ^ greenitalia.org
  3. ^ Europee 2014, Bonelli: "Gravità inaudita esclusione liste Green Italia - Verdi europei", in Il Fatto Quotidiano, 18 aprile 2014.
  4. ^ Riammesse dalla Cassazione le Liste Verdi Europei-Green Italia, Federazione dei Verdi. URL consultato il 7 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 7 maggio 2014).
  5. ^ Europee 2014, Cassazione riammette le liste ecologiste. I Verdi: "Decisione storica", in Il Fatto Quotidiano, 19 aprile 2014.
  6. ^ Ambiente, Lorenzo Fioramonti aderisce a Green Italia, in AskaNews, 10 giugno 2020.
  7. ^ Il Movimento, su Green Italia. URL consultato il 5 agosto 2020.
  8. ^ Nella lista "Verdi Europei - Green Italia"
  9. ^ Nella lista "Europa Verde"

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto