Kip Stephen Thorne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kip Thorne)
Kip Stephen Thorne
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la fisica 2017

Kip Stephen Thorne (Logan, 1º giugno 1940) è un fisico teorico statunitense specializzato in fisica della gravitazione e astrofisica e uno dei maggiori esperti di relatività generale.

Il 3 ottobre 2017 ha conseguito il Premio Nobel per la fisica, insieme a Rainer Weiss e Barry Barish, per la scoperta delle onde gravitazionali.

Biografiamodifica | modifica wikitesto

Professore di fisica teorica al California Institute of Technology, ha compiuto studi sui buchi neri, le stelle di neutroni, i cunicoli spazio-temporali, le onde gravitazionali e i gravitoni.

È conosciuto soprattutto per le teorie riguardo alla possibilità di viaggi nel tempo tramite cunicoli spazio-temporali, per la "congettura del cerchio" sulla singolarità dei buchi neri e per gli studi sulla loro entropia. Ha inoltre cercato di applicare la teoria delle p-brane (oggetto proveniente dalla teoria delle stringhe) ai buchi neri. Nel 1984 ha fondato il progetto LIGO per la ricerca delle onde gravitazionali.

È anche un fautore delle teorie riguardanti l'esistenza della materia esotica antigravitazionale, elemento che potrebbe far aprire cunicoli spazio-temporali. Secondo tale teoria l'antigravità corrisponderebbe a un campo di quintessenza presente nel vuoto quantistico.

Ha collaborato con fisici come Stephen Hawking e John Wheeler. Ha scritto il saggio di divulgazione scientifica Black Holes and Time Warps: Einstein's Outrageous Legacy.

Le sue teorie sono state alla base del film Interstellar di Christopher Nolan.

Riconoscimentimodifica | modifica wikitesto

Nel 1996 gli è stata assegnata la Medaglia Karl Schwarzschild.

Nel 1996 ha ricevuto il Julius Edgar Lilienfeld Prize[1].

Nel 2009 ha ricevuto la Medaglia Albert Einstein.

Nel 2010 gli è stata assegnata la UNESCO's Niels Bohr Gold Medal[2].

Nel 2013 ha ricevuto il Vollum Award[3].

Nel 2017 ha ricevuto il Premio Principessa delle Asturie (Ricerca scientifica e tecnica).senza fonte

Nel 2017 ha ricevuto il Premio Nobel per la Fisica.

Operemodifica | modifica wikitesto

  • Buchi neri e salti temporali. L'eredità di Einstein, Roma, Castelvecchi Editore, ISBN 9788869441127

Notemodifica | modifica wikitesto

Voci correlatemodifica | modifica wikitesto

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

Controllo di autorità VIAF: (EN108141048 · LCCN: (ENn83826321 · ISNI: (EN0000 0001 1697 5126 · GND: (DE121312453 · BNF: (FRcb12284753x (data) · NLA: (EN35548968