Croia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Krujë)
Croia
municipalità
(SQ) Krujë
Croia – Veduta
Localizzazione
Stato Albania Albania
Prefettura Durazzo
Distretto Croia
Amministrazione
Sindaco Shkelzen Hoxha (PD)
Territorio
Coordinate 41°31′04″N 19°47′52″E / 41.517778°N 19.797778°E41.517778; 19.797778 (Croia)Coordinate: 41°31′04″N 19°47′52″E / 41.517778°N 19.797778°E41.517778; 19.797778 (Croia)
Altitudine 600 m s.l.m.
Abitanti 11 721[2] (cens. 2011)
Altre informazioni
Cod. postale 1501[1]
Prefisso +355 0511
Fuso orario UTC+1
Targa KR fino al 16/02/2011
Cartografia
Mappa di localizzazione: Albania
Croia
Croia
Sito istituzionale

Croia (in albanese Krujë) è un comune dell'Albania situato nella Prefettura di Durazzo.

In seguito alla riforma amministrativa del 2015 sono stati accorpati a Croia gli ex-comuni di Bubq, Cudhi, Fushë Krujë, Kodër Thumanë e Nikël portando la popolazione del comune a 59.815 abitanti (dati censimento 2011).

Storiamodifica | modifica wikitesto

Nell'aprile del 1450 il castello di Croia resistette a cinque mesi di assedio dei turchi, innescando una ventata d'euforia nel mondo cristiano che guardava con preoccupazione all'avanzata turca (Costantinopoli sarebbe caduta tre anni dopo).

Origine del nomemodifica | modifica wikitesto

Il nome della città deriva dalla parola albanese krua-kroi, che significa sorgente-fontana: Croia era infatti la città delle fonti, essendo situata nei pressi di alte montagne e ricca di acque che scendevano in città.

Per ironia della sorte uno dei problemi che attualmente affligge la città è l'inefficace sistema idraulico e la ristretta fornitura d'acqua nelle abitazioni.

Monumentimodifica | modifica wikitesto

Croia ha diversi luoghi di attrazione turistica, come il castello medievale, l'ultimo luogo della resistenza albanese all'oppressore turco-ottomano, che ospita il Museo Nazionale Giorgio Castriota Scanderbeg, la cittadella, con i suoi vecchi negozi oggi restaurati, e la Moschea Bazar.

Castello di Croiamodifica | modifica wikitesto

Castello medievale di Giorgio Castriota detto Scanderbeg
Rovine del castello medievale di Croia
Centro storico

Il castello di Croia fu costruito nel IV e V secolo d.C. sui resti di un precedente insediamento illirico del III secolo a.C.

Grazie a successivi ampliamenti, alla fine del XII secolo il castello raggiunse la forma completa e divenne un centro delle guarnigioni bizantine.

Grazie alla lunga inespugnabilità del castello, caposaldo dei domini di Scanderbeg e della resistenza contro i turchi ottomani, essa divenne una delle città più note nell'Europa medioevale. Il 15 ottobre 1478, solo grazie a un negoziato i turchi riescono a entrare nel castello di Croia. Una volta entrati, infrangendo i patti, come loro abitudine, passarono a fil di spada tutte le persone trovate all'interno del castello.

Oggi vi ha sede il Museo Nazionale "Gjergj Kastrioti Skënderbeu".

Sportmodifica | modifica wikitesto

Calciomodifica | modifica wikitesto

La squadra principale della città è il Klubi Sportiv Kastrioti.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ CAP distretto di Croia, geopostcodes.com. URL consultato il 24-04-10.
  2. ^ (EN) Population and housing Census 2011 (PDF), instat.gov.al. URL consultato il 15 settembre 2017.

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto

Albania Portale Albania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Albania