Partito Socialista Operaio Ungherese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Partito Socialista Operaio Ungherese
Magyar Szocialista Munkáspárt
MSZMP
Logo of the Hungarian Socialist Workers' Party (1989-1993).svg
LeaderJános Kádár (1956-1988)
Károly Grósz (1988-1989)
Rezső Nyers (1989)
StatoUngheria Ungheria
SedeBudapest
Fondazione31 ottobre 1956
Dissoluzione7 ottobre 1989
IdeologiaComunismo
Marxismo-leninismo
Kàdàrismo
Socialismo
CollocazioneEstrema sinistra
TestataEsti Budapest
Organizzazione giovanileOrganizzazione dei giovani comunisti ungheresi (KISZ)

Il Partito Socialista Operaio Ungherese (in lingua ungherese: Magyar Szocialista Munkáspárt, MSZMP) fu il partito che governò la Repubblica Popolare d'Ungheria durante la guerra fredda dal 1956 al 1989. Fu organizzato da parti del Partito dei Lavoratori Ungheresi durante la rivoluzione ungherese del 1956. Il 4 novembre 1956 il partito passò sotto la direzione di János Kádár, leader vicino all'Unione Sovietica.

Nel 1989 si separò in due partiti: il Partito Socialista Ungherese e il Partito Comunista Operaio Ungherese.

Leader del Partito Socialista Operaio Ungheresemodifica | modifica wikitesto

Segretari Generalimodifica | modifica wikitesto

  • János Kádár 25 ottobre 1956–22 maggio 1988
  • Károly Grósz 22 maggio 1988–26 giugno 1989 (continua ad essere segretario generale fino al 7 ottobre 1989 ma è superato di grado da Rezső Nyers, il Presidente della Presidenza a quattro del Comitato Politico Esecutivo appena creato, che ha sostituito il Politburo dopo il 26 giugno 1989)

Presidente della Presidenza del Comitato Politico Esecutivomodifica | modifica wikitesto

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Controllo di autoritàVIAF (EN134531202 · ISNI (EN0000 0001 2289 041X · BNF (FRcb12074186p (data)