Penne (araldica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Con il termine penne si indica in araldica un ornamento esteriore dell'elmo che timbra lo scudo. Le penne, che possono essere di pavone (quelle più antiche) o di struzzo (le più moderne), compaiono al posto del cimiero verso la fine del XV secolo. Normalmente sono in numero dispari, variabile da 1 a 7, fuoriescono in fascio dalla cima dell'elmo, sono disposte a ventaglio e le loro cime ricadono sul davanti. Nell'araldica italiana esse sono di norma 5 per le famiglie di antica cittadinanza comunale e 3 per le famiglie borghesi. Le penne possono essere utilizzate sia per le armi delle famiglie nobili sia per quelle di cittadinanza o borghesi al posto dei lambrecchini e, assumendone una funzione analoga, anch'esse hanno il colore degli smalti dello scudo. [1]

Nell'araldica polacca, di norma, le penne di pavone sono verdi, mentre quelle di struzzo sono bianche.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ Lorenzo Caratti di Valfrei, Araldica, in Guide pratiche Mondadori, Mondadori, 1996, p. 79.
  Portale Araldica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di araldica