Portale:Diocesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Portale Diocesi


Benvenuti sul portale dedicato alle diocesi della Chiesa cattolica!
Pix.gif
Croce sul tetto della chiesa di san Giorgio a Gniezno
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Collegamenti rapidi ·· Portale · Progetto · Categoria · Voce principale
Logo della sezione Le voci su Diocesi

Le voci su Diocesi

Forme di diocesi:
Abbazia territorialeAmministrazione apostolicaArcidiocesiArcieparchiaDiocesiDiocesi immediatamente soggettaDiocesi suffraganeaEparchiaEsarcatoEsarcato apostolicoEsarcato arcivescovileMissione sui iurisOrdinariato militarePatriarcatoPrefettura apostolicaPrelatura personalePrelatura territorialeSede suburbicariaSede titolareTerritorio dipendente dal patriarcatoVicariato apostolico

Organismi interdiocesani:
Provincia ecclesiasticaRegione ecclesiasticaConferenza episcopale

Unione delle diocesi:
Aeque principaliterIn persona episcopiPlena unione

Suddivisione delle diocesi:
DecanatoParrocchiaUnità pastoraleVicariatoZona pastorale

Ruoli e istituti interni alle diocesi:
VescovoVescovo coadiutoreVescovo ausiliareVicario generaleVicario episcopaleConsiglio presbiteraleConsiglio pastorale diocesanoCuria diocesanaCaritas diocesanaTribunale diocesano

Edifici:

CattedraleConcattedrale • Palazzo vescovile • Seminario
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Logo della sezione Gerarchia cattolica

Gerarchia cattolica

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Logo della sezione Immagine in evidenza

Immagine in evidenza

Catedral Primada de Colombia-Bogota.JPG
La cattedrale primaziale di Bogotá, in Colombia
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Logo della sezione Portale correlato

Portale correlato

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Logo della sezione Una diocesi in evidenza

Una diocesi in evidenza

La cattedrale

La diocesi di Beja (in latino: Dioecesis Beiensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Évora. Nel 2012 contava 186.100 battezzati su 223.200 abitanti. È attualmente retta dal vescovo António Vitalino Fernandes Dantas, O.Carm.

La diocesi comprende il distretto di Beja e la parte meridionale del distretto di Setúbal.

Sede vescovile è la città di Beja, dove si trova la cattedrale di San Giacomo il Maggiore.

Il territorio è suddiviso in 119 parrocchie.

La diocesi di Beja trae origine dall'antica diocesi di Pax Iulia, che fu forse eretta nel IV secolo, ma di cui esistono riscontri certi solo a partire dal 531. A causa dell'invasione araba la successione dei vescovi si interruppe nel 754 con la morte del vescovo Isidoro Pacense.

L'attuale diocesi fu eretta il 10 luglio 1770 con il breve apostolico Agrum Universalis Ecclesiae di papa Clemente XIV, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Évora.

Nel 1834 con la soppressione degli ordini religiosi decretata dal ministro Joaquim António de Aguiar si apre un periodo di crisi per la diocesi, che coincide con una sede vacante durata undici anni.

Il 3 luglio 1884 il vescovo António Xavier de Sousa Monteiro istituì il seminario diocesano.

La proclamazione della repubblica del 5 ottobre 1910 fu accompagnata da moti anticlericali, ferocemente aggressivi, che porteranno alla chiusura di tutte le chiese della diocesi. Il vescovo Sebastião Leite de Vasconcellos dovette fuggire, trovando rifugio a Siviglia e a Roma, mentre la diocesi fu governata da vicari generali fino al 1922.

Continua a leggere...
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Logo della sezione Voce in evidenza

Voce in evidenza

Mgr georges jacquin.jpg

La visita pastorale nella Chiesa cattolica è la visita di un vescovo a luoghi a persone della sua diocesi. Inoltre possono compiere la visita pastorale nei territori della loro giurisdizione i patriarchi, i primati e gli arcivescovi metropoliti; questi ultimi, però devono essere autorizzati da un sinodo provinciale.

Il Concilio di Trento definisce così lo scopo della visita pastorale «Propagare la dottrina sacra e ortodossa estromettendo le eresie, difendere i buoni costumi, correggere quelli cattivi e con esortazioni esortare il popolo alla devozione, alla pazienza e all'innocenza».

La visita pastorale non ha lo scopo di giudicare gravi abusi, ma solo di rilevarli, perché un eventuale processo canonico si può svolgere più agevolmente nella città sede vescovile.

A titolo di esempio, una visita pastorale del 1852 compiuta dal vescovo Antonio Benedetto Antonucci alle diocesi di Ancona e Umana indica come oggetto della visita apostolica gli oggetti e gli arredi destinati al culto (vasi, arredi, reliquie, altari); la predicazione contro le dottrine contrarie al Cristianesimo e la vigilanza sull'osservanza dei precetti (rispetto delle feste di precetto, del digiuno ecclesiastico e lotta alla bestemmia).

I luoghi che devono essere visitati sono la cattedrale, le chiese collegiate con le loro canoniche, le chiese parrocchiali con le loro canoniche, le altre chiese, gli oratori dove si celebra o non si celebra messa, i monasteri soggetti all'ordinario e le case di religiosi che esercitano cura d'anime.

Più recentemente si sono sottolineati aspetti diversi della visita pastorale, intesa come «un'espansione della presenza spirituale del Vescovo tra i suoi fedeli» come l'incontro con le persone e l'ascolto. Il segno della presenza del vescovo deve richiamare la «presenza del Signore che visita il suo popolo nella pace».

La vista pastorale deve essere condotta personalmente dal vescovo. In caso di legittimo impedimento, il vescovo può nominare un vicario o un visitatore. I metropoliti, primati e patriarchi possono incaricare della visita un altro vescovo.

Per la visita viene raccomandata al vescovo la misericordia del pastore al quale spetta correggere gli abusi. La visita dev'essere svolta con diligenza, ma anche con celerità, per non gravare sulle comunità che ospitano il vescovo durante la visita.

La preparazione incomincia con l'annuncio al popolo dato normalmente nella Messa parrocchiale dopo il Vangelo. Si invita il popolo alla confessione, per favorire la comunione sacramentale durante la visita. Si preparano i candidati alla Confermazione.

Il giorno della visita si suonano ripetutamente le campane per chiamare a raccolta i fedeli. Si para la chiesa a festa e si preparano le cose da benedire o consacrare.

Continua a leggere...
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Logo della sezione Diocesi nel mondo

Diocesi nel mondo

LocationAfrica.png Africa LocationAmericas.png America LocationAsia.png Asia LocationEurope transparent.png Europa LocationOceania.png Oceania

Algeria
Angola
Benin
Botswana
Burkina Faso
Burundi
Camerun
Capo Verde
Ciad
Comore
Rep. Dem. del Congo
Congo
Costa d'Avorio
Egitto
Eritrea
Etiopia
Gabon
Gambia
Ghana
Gibuti
Guinea
Guinea Equatoriale
Guinea-Bissau
Kenya
Lesotho
Liberia
Libia
Madagascar
Malawi
Mali
Marocco
Mauritania
Mauritius
Mozambico
Namibia
Niger
Nigeria
Rep. Centrafricana
Riunione
Ruanda
Sahara Occidentale
Sant'Elena
São Tomé e Príncipe
Senegal
Seychelles
Sierra Leone
Somalia
Sudafrica
Sudan
Sudan del Sud
Swaziland
Tanzania
Togo
Tunisia
Uganda
Zambia
Zimbabwe

Antigua e Barbuda
Antille Olandesi
Argentina
Bahamas
Barbados
Belize
Bolivia
Brasile
Canada
Cayman
Cile
Colombia
Costa Rica
Cuba
Dominica
Ecuador
El Salvador
Falkland
Giamaica
Grenada
Guadalupa
Guatemala
Guyana
Guyana francese
Haiti
Honduras
Is. Vergini Statunitensi
Martinica
Messico
Nicaragua
Panama
Paraguay
Perù
Porto Rico
Rep. Dominicana
Saint Kitts e Nevis
Saint Lucia
Saint-Pierre e Miquelon
Saint Vincent e Grenadine
Stati Uniti
Suriname
Trinidad e Tobago
Turks e Caicos
Uruguay
Venezuela

Arabia Saudita
Bahrain
Bangladesh
Bhutan
Birmania
Brunei
Cambogia
Cina
Cipro
Corea
Emirati Arabi Uniti
Filippine
Giappone
Giordania
India
Indonesia
Iran
Iraq
Israele
Kazakistan
Kirghizistan
Kuwait
Laos
Libano
Maldive
Malesia
Mongolia
Nepal
Oman
Pakistan
Palestina
Qatar
Russia
Singapore
Siria
Sri Lanka
Tagikistan
Taiwan
Thailandia
Timor Est
Turchia
Turkmenistan
Uzbekistan
Vietnam
Yemen

Albania
Armenia
Austria
Belgio
Bielorussia
Bosnia ed Erzegovina
Bulgaria
Croazia
Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
Georgia
Germania
Gibilterra
Grecia
Irlanda
Islanda
Italia
Kosovo
Lettonia
Liechtenstein
Lituania
Lussemburgo
Macedonia
Malta
Moldavia
Monaco
Montenegro
Norvegia
Paesi Bassi
Polonia
Portogallo
Regno Unito
Rep. Ceca
Romania
Russia
San Marino
Serbia
Slovacchia
Slovenia
Spagna
Svezia
Svizzera
Ucraina
Ungheria

Australia
Figi
Guam
Isole Salomone
Is. Marianne Settentrionali
Isole Marshall
Kiribati
Micronesia
Nauru
Nuova Caledonia
Nuova Zelanda
Papua Nuova Guinea
Polinesia francese
Samoa Americane
Samoa Occidentali
Tonga
Tuvalu
Vanuatu
Wallis e Futuna

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif