Portale:Poker sportivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Portale Poker sportivo
« Se nella prima mezzora non capisci chi è il pollo, allora il pollo sei tu. »
(Frase attribuita a Thomas "Amarillo Slim" Preston, campione del mondo alle WSOP 1972)
David Sklansky alle World Series di Poker del 1979

Il poker è un gioco di carte basato sulla probabilità e sulla psicologia. La fortuna è una componente che può risultare determinante nello sviluppo di una mano o una sessione di gioco, ma non è l'unica né la più rilevante: per vincere regolarmente il giocatore dovrà essere in grado di ridurre al minimo i rischi e ottimizzare le vincite, dissimulando con abilità il proprio gioco e intuendo quello dei propri avversari. Si tratta dunque di un gioco nel quale la capacità del giocatore, a lungo termine, risulta più rilevante dell'elemento aleatorio.

I giocatori fanno delle scommesse "nel piatto", sulle combinazioni di carte da loro possedute. Il piatto viene poi assegnato ai giocatori, fra quelli rimasti in gioco, che posseggono (o che fanno credere di possedere) la migliore combinazione di cinque carte.

La formula torneo prevede che, a fronte di un'iscrizione, si ricevono determinate chip. Terminate le chip, si è eliminati dal torneo. La formula cash game invece prevede di giocare con tante chip quante se ne acquistano, giocando di fatto direttamente con i propri soldi, con la possibilità infinita di riacquistare.

Vetrina

Il Poker Hall of Fame è un gruppo di giocatori di poker che hanno giocato in modo ragguardevole negli high staker per un lungo periodo. Originariamente creato dal Horseshoe Casino di Las Vegas, è ora gestito dalla Harrah's Entertainment, la quale organizza anche le World Series of Poker.

Requisiti

I requisiti per poter essere ammessi al Poker Hall of Fame sono:

  • aver giocato negli high stakes;
  • aver giocato contro giocatori di alta qualità;
  • aver giocato bene e per questo guadagnato come i suoi pari e
  • aver passato la prova del tempo.

In realtà taluni membri furono ammessi nonostante non avessero soddisfatto tutti questi criteri. Edmond Hoyle, per esempio, non ha mai giocato a poker in vita sua, ma è stato il primo a uniformare le regole del gioco. Wild Bill Hickock è il giocatore di poker più famoso del periodo che precede la recente popolarità del gioco. Egli, mentre stava giocando a poker, venne ucciso da 3 colpi di pistola sulla schiena; aveva in mano una doppia coppia di assi e otto: la c.d. mano del morto. Altri due giocatori trovarno la morte durante il gioco: Jack "Treetop" Straus e Tom Abdo. Entrambi ebbero un attacco di cuore mentre stavano giocando negli high stakes.

Prestigio

Essere ammesso nel Poker Hall of Fame è considerato uno dei più grandi onori nel poker. Nel suo discorso di accettazione, T.J. Cloutier ha dichiarato: "È una delle due cose che ho sempre voluto vincere." Barbara Enright disse invece che riteneva la sua ammissione come un "ciclo di vita che consegue l'onore."

Il premio

Prima di essere acquisita da Harrah's Entertainment, la RS Owens e Co era stata incaricata di progettare un premio per Poker Hall of Famers. Il premio era un pezzo di vetro alto 8 pollici con inciso nella parte inferiore una mano di carte, il nome del vincitore e le parole "Poker Hall of Fame" in un cerchio. Il cerchio aveva un emblema d'oro incollato al vetro a aveva il logo del Binion's Casino (un ferro di cavallo) al suo interno. Vi era una base placcata in oro con tre pile di gettoni placcati sempre d'oro.

Membri

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Poker Hall of Fame.
Immagine in evidenza
Sapevi che...

Teorema fondamentale del poker

Con l'espressione teorema fondamentale del poker si indica questo enunciato di David Sklansky:

(EN)

« Every time you play a hand differently from the way you would have played it if you could see all your opponents' cards, they gain; and every time you play your hand the same way you would have played it if you could see all their cards, they lose. Conversely, every time opponents play their hands differently from the way they would have if they could see all your cards, you gain; and every time they play their hands the same way they would have played if they could see all your cards, you lose. »

(IT)

« Ogni volta che giochi una mano diversamente da come l'avresti giocata se avessi potuto vedere tutte le carte dei tuoi avversari, vincono loro; e ogni volta che giochi la tua mano nello stesso modo in cui avresti giocato se avessi potuto vedere tutte le loro carte, loro perdono. Viceversa, ogni volta che gli avversari giocano le loro mani diversamente da come avrebbero fatto se avessero potuto vedere tutte le tue carte, tu vinci; e ogni volta che giocano le loro mani nelle stesso modo in cui avrebbero giocato se avessero potuto vedere tutte le tue carte, tu perdi. »

(Teorema fondamentale del poker)
In evidenza

Ogni sforzo che il giocatore fa non è altro che uno sforzo, consapevole o no, mirato a fare scelte col più elevato Valore Atteso (Expected Value in inglese) possibile. L'expected value (EV) è l'ammontare della vincita (o perdita) che si realizza in media in una scommessa. Se per esempio l'EV di una scommesa è di 130$, allora ogni volta che accettiamo quella scommessa vinciamo 130$ (in media sul lungo periodo). Supponiamo di scommettere sul lancio di una moneta: se viene testa vinciamo 200$, se viene croce perdiamo 180$. Le probabilita di vincita e perdita sono del 50% (50/100, 1/2).

Risorse utili

Probabilità e Odds

Probabilità: dire che una determinata carta ha il 13% della probabilità di uscire significa che, in media, le carta in questione esce 13 volte ogni 100 tentativi. Supponiamo di avere 6-7 a cuori in mano e sul tavolo ci sono Asso di cuori, Q di cuori, 2 di picche, 5 di quadri e di voler fare colore al river. Si ragiona in questo modo: le carte sconosciute sono 46 (52 carte totalimeno 4 sul tavolo meno 2 in mano) le carte di cuori rimaste sono 9 (13 carte di cuori totali meno 2 sul tavolo meno 2 in mano). La probabilità di fare colore è di . Il calcolo è il seguente:

.

Odds: dire che un evento è 15 contro 1 sfavorito ("15 to 1 odds" in inglese) significa che, in media, questo evento non si ripeterà 15 volte per ogni volta che si presenta. Nell'esempio precedente possiamo quindi esprimere lo stesso concetto dicendo che il colore è 80 contro 20 sfavorito (4 contro 1, 4 to 1 odds). Per passare dalle odds alla probabilità si procede come segue:

  1. siano x gli odds (nell'esempio precedente 4)
  2. si esegue il calcolo
  3. il risultato è la probabilità percentuale (nell'esempio precedente si ha quindi 4 to 1 odds corrisponde al 20% delle probabilità)

Per passare dalle probabilità agli odds si procede come segue:

  1. sia y la probabilità percentuale (nell'esempio precedente y=20)
  2. si esegue il calcolo
  3. il risultato rappresenta le odds (nell'esempio precedente si ha quindi le odds sono 4 contro 1)

Tratto da Valore atteso nel poker Texas Hold'em

Bibliografia Pokeristica
  • Strategia del poker:
    • Doyle Brunson, Super System 1, Boogaloo Publishing, 2009, ISBN 9788897257684.
    • Doyle Brunson, Super System 2, Boogaloo Publishing, 2009, ISBN 9788897257172.
    • Ian Taylor, matthew Hilger, Poker Mindset, DGS-3 Editrice, ISBN 9788896065013.
    • Collin Moshman, Sit 'n Go Strategy, Boogaloo Publishing, 2009, ISBN 9788897257066.
    • Dan Harrington, Bill Robertie, Harrington vol. 1, Rovereto, Boogaloo Publishing, 2007.
    • Dan Harrington, Bill Robertie, Harrington vol. 2, Rovereto, Boogaloo Publishing, 2007.
    • Dan Harrington, Bill Robertie, Harrington vol. 3, Rovereto, Boogaloo Publishing, 2008.
    • Dan Harrington, Bill Robertie, Cash Games vol. 1, Rovereto, Boogaloo Publishing, 2008.
    • Dan Harrington, Bill Robertie, Cash Games vol. 2, Rovereto, Boogaloo Publishing, 2008.
    • David Sklansky, Teoria del Poker, Boogaloo Publishing, 2007, ISBN 9788897257028.
    • Mike Caro, Poker Tells, Boogaloo Publishing, 2007.
Competizioni

L'European Poker Tour è il circuito europeo di poker sportivo che organizza tornei di Texas hold 'em senza limiti in tutta Europa. I tornei sono sponsorizzati da Pokerstars.

In questi tornei partecipano i migliori giocatori provenienti da tutto il mondo. Caratteristica principale di questi tornei è il buy in elevato: si va dai 5000 € fino ad arrivare a 10.000 €, come nell'EPT di Montecarlo.

Le tappe dell'EPT sono undici: Sanremo (Italia), Barcellona (Spagna), Baden (Austria), Copenaghen (Danimarca), Varsavia (Polonia), Dortmund (Germania), Londra (Regno Unito), Dublino (Irlanda), Montecarlo (Monaco) e Praga (Repubblica Ceca). Inoltre è inserita la tappa extraeuropea di Nassau (Bahamas).

Poker sportivo - Novità
Biografia in evidenza
Daniel Negreanu

Daniel Negreanu (Toronto, 26 luglio 1974) è un giocatore di poker canadese.

Nato in Canada, è conosciuto nel mondo del poker come Kid Poker dove da molti è considerato il più forte giocatore da tornei. La sua passione per il gioco e la sua capacità di leggere le reazioni dei suoi avversari, individuando ogni loro mossa durante il gioco, lo hanno reso uno dei top player mondiali. È conosciuto anche col soprannome di “Kid Poker” e nella classifica della popolarità tra i pro del circuito è sicuramente il numero uno. Soprattutto per la sua aria scanzonata e per la sua coinvolgente simpatia.

Tra i suoi trofei più cari l’essere stato eletto giocatore dell’anno da Card Player nel 2004, lo stesso riconoscimento gli è stato dato anche da ESPN ed è risultato il re del circuito WPT sia nel 2004 che nel 2005.

I suoi genitori Anna e Costantin sono originari della Romania e nel 1967 si trasferirono a Toronto in Canada. Fin da piccolo Negreanu mostrò una certa predisposizione per le scommesse sportive, il biliardo e soprattutto per il poker. I genitori di Daniel hanno sempre spronato lui e suo fratello a seguire le proprie inclinazioni e a realizzare i propri sogni nella vita. Tenendo fede a questo avviso, il giovane Negreanu lascia la scuola superiore poco prima di diplomarsi per dedicarsi al poker a tempo pieno.

Nel 1997 Negreanu e si aggiudica il Main Event al Foxwood Casino delle World Poker Final vincendo la somma di 133.600 $ e ricevendo l’investitura di più grande giocatore del mondo nei tornei.

Nel 1998 vince il primo braccialetto alle World Series of Poker, diventando uno dei vincitori più giovani della storia, ad appena 24 anni.

Nel 2004 Daniel arriva al tavolo finale in ben 11 tornei, vincendo due eventi del World Poker Tour e soprattutto aggiudicandosi il suo terzo bracciale alle WSOP nel Limit Hold’;em. Soltanto in quell’anno le sue vincite in tornei ammontarono a più di 4,400,000$.

Lontano dalle carte da gioco Daniel ama l’hockey su ghiaccio, il teatro, la lettura e praticare il golf.


La carriera pokeristica

Nel 1997 si aggiudica il main event al Foxwood Casino delle World vincendo 133.600 $, in più riceve l'investiture del più forte giocatore da tornei.

Nel 1998 vince il suo primo braccialetto alle WSOP diventando a 24 anni uno dei più giovani vincitori di un evento mondiale.

Il 2004 è l'anno della consacrazione di Daniel. Vince due eventi del World Poker Tour, arriva 11 volte a un tavolo finale e vince il suo terzo braccialetto. Si calcola che nel 2004 abbia vinto quasi 4,400,000$.

Nel 2007 entra nel team di PokerStars insieme ad altri campioni del calibro di Chris Moneymaker, Joe Hachem, Greg Raymer tutti vincitori di un main event delle WSOP.

Braccialetti vinti alle WSOP

Anno Torneo Vincita (US$)
1998 $2.000 Pot Limit Hold'em $169,460
2003 $2.000 S.H.O.E. $100,440
2004 $2.000 Limit Hold'em $169,100
2008 $2.000 Limit Hold'em $204,874
Citazioni
« Penso sia più facile ricordare le brutte sconfitte subite piuttosto che le vittorie fortunate, ma ricordo anche molte belle vittorie. Oppure forse sono solo un tipo fortunato? »
(Gus Hansen)
Poker sportivo - Elenchi
Categorie di riferimento
Cosa c'è da fare...

Qui di seguito è presente una lista di voci da fare. Una volta create aggiungere il link della pagina nella sezione "Novità":

Biografie

Italiani

Stranieri

Links Utili