Targhe d'immatricolazione negli Stati Uniti d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un gruppo di uomini intorno a una carcassa d'auto (una Chevrolet) in un'immagine del 1923. Si noti che l'automobile ha due targhe: una del distretto di Washington e l'altra del confinante stato del Maryland. La fotografia risale infatti al periodo precedente a quello in cui una sola licenza era sufficiente per attraversare il confine tra diversi stati federati degli U.S.A.

Le targhe d'immatricolazione negli Stati Uniti d'America vengono fornite dal DMV, Department of Motor Vehicles, dei vari Stati o amministrazioni provinciali delle Contee, sono di proprietà e legate all'utente del veicolo, per cui la targa viene venduta all'utente che contestualmente paga la tassa di circolazione, generalmente di pari costo della targa e da rinnovarsi ogni anno. Il bollo viene apposto sulla targa stessa, di solito la posteriore, ma con alcune eccezioni, es. New York e Texas, dove invece è obbligatorio apporlo sul parabrezza.

Norme e caratteristichemodifica | modifica wikitesto

Norme di montaggio delle targhe dei singoli Stati federati a Luglio 2020.

     Solo targhe posteriori obbligatorie

     Targhe anteriori e posteriori obbligatorie

     Targhe anteriori e posteriori solitamente obbligatorie, con eccezioni

Targa sample (esempio) del Kentucky del formato usato dal 1988 al 1997
Targa "standard" dello stato di New York in vigore dal 1966 al 1973
Targa "standard" dello stato di New York in vigore dal 1986 al 2001
Targa "standard" dello stato di New York emessa dal 2010 al 2020
Targa del Michigan in uso dal 2007 al 2013, si noti in basso il sito internet dello stato al posto del motto
Targa del Texas dal 2009 al 2012

Ognuno dei 50 Stati dell'unione ha una sua propria targa, diversa per la grafica da tutte le altre e che ne riporta ed evidenzia in varie forme le caratteristiche e le peculiarità di ciascuno. A queste 50 va aggiunta quella di Washington D.C. che pur non essendo uno Stato, ma un distretto dipendente direttamente dal congresso, ha una sua targa quale capitale degli Stati Uniti d'America.

Periodicamente, con una durata di alcuni anni variabile da uno Stato all'altro, le targhe vengono sostituite con una nuova grafica e tutti i residenti nello Stato interessato devono sostituirla con la nuova serie, oppure quando una persona si trasferisce da uno Stato ad un altro, gli viene normalmente richiesta la sostituzione della targa in conseguenza del cambio di residenza. Fanno eccezione coloro che possono dimostrare il trasferimento temporaneo per motivi di lavoro e i militari. Essendo di proprietà può essere ceduta o venduta ma dopo tre anni dalla scadenza non può più essere utilizzata su di un veicolo.

Quasi tutti gli Stati vendono anche le cosiddette sample (esempio), targhe identiche a tutti gli effetti a quelle regolari ma non utilizzabili su di un veicolo; generalmente riportano appunto la sigla "SAMPLE" o contengono nella sigla le lettere SAM o le cifre da tre a sei zeri.

La maggior parte degli Stati fornisce targhe con la sigla alfanumerica e/o altri simboli e caratteri in rilievo, ma negli ultimi anni sempre più Stati, come Indiana, Iowa, Mississippi, Montana, Nebraska, Dakota del Sud, Tennessee, Wyoming sono passati alle targhe "flat", non più in rilievo, prodotte con tecnologia digitale.

In molti Stati i principali produttori di targhe sono le industrie carcerarie. Dagli anni cinquanta è stato standardizzato il formato nella dimensione di 6 × 12 pollici (15,24 × 30,48 cm) e generalmente sono di alluminio, talvolta in lega anticorodal o in semplice lamierino di ferro come le Illinois degli anni sessanta/settanta dette "tin plates", letteralmente targhe di latta.

Dagli anni ottanta in poi l'aspetto delle targhe USA è sempre più caratterizzato da grafiche particolari facenti riferimento a peculiarità, luoghi o monumenti nazionali di ciascuno Stato, quasi sempre associato allo slogan ufficiale di esso. Ultimamente, dagli anni 2000, anche dall'indirizzo internet, come: "myFlorida.gov", "www.Georgia.gov" o "www.state.pa.us" (Pennsylvania).

Le prime targhe all'inizio del secolo e per buona parte degli anni dieci erano fatte con smaltatura a fuoco su metallo. Tali targhe sono oggi molto ricercate dai collezionisti in quanto, come si può intuire, erano molto costose e fatte per i pochi veicoli che circolavano a quell'epoca. A questo si deve aggiungere il fatto che è passato quasi un secolo e sono giunte a noi in un numero limitato di esemplari, questo ne aumenta ulteriormente la rarità. Per tipologia costruttiva queste prime targhe realizzate con smalto a fuoco non soffrivano la corrosione e le intemperie in quanto la vernice viene vetrificata dalla temperatura del forno. I difetti erano (e sono) la rigidità poiché in caso di urto e/o di piegatura del supporto metallico lo smalto si distacca come fosse vetro. Quasi tutti gli stati americani facevano targhe smaltate a fuoco agli inizi del Novecento, ma questo uso cessò per quasi tutti durante la prima guerra mondiale. A queste targhe successero quelle in lamiera verniciata, che ovviamente soffrivano la facile fragilità delle sverniciature, l'opacizzazione e lo sbiadirsi dei colori per l'azione del sole e la corrosione del metallo, ma il cui costo era estremamente inferiore.

Dalle "porcelain" (o smaltate a fuoco) alle loro eredi degli anni venti, le targhe americane hanno sempre mostrato una grande varietà grafica, talvolta pregevole. A questa varietà grafica si aggiungano i richiami agli eventi storici (una per tutte la targa di Pearl Harbor del 1941, per i cui sopravvissuti esiste una targa apposta). Per questo motivo il collezionismo di targhe statunitensi è diventato col tempo (dagli anni '50) un ampio fenomeno che ha varcato i confini americani. Di riferimento è l'ALPCA, Automobile License Plate Collectors Association fondata nel 1954, con sede in Virginia, che conta oltre 13.000 tesserati di cui circa 3.000 soci attivi sia negli USA che in altre 19 nazioni nel mondo.

Grafiche e slogan standardmodifica | modifica wikitesto

In questa sezione l'elenco dei 50 Stati federati e del distretto federale degli Stati Uniti d'America con il motto e/o gli slogan e le grafiche riprodotti sulle targhe automobilistiche Standard fornite al 2020. Non sono presenti grafiche alternative/opzionali attualmente emesse o targhe standard da poco superate, nonostante alcune siano ancora valide in quanto ogni Stato prevede uno o due anni di tempo per la sostituzione.

Targa Stato federato o
distretto
Prima emissione Motto Note
Blank License Plate Shape.svg
Alabama 2014 "HEART OF DIXIE" Lo slogan, scritto in bianco, si trova nell'angolo in basso a destra dentro un piccolo cuore bianco.
Blank License Plate Shape.svg
Alaska 2010 "THE LAST FRONTIER"
Cropped AZ Plate.jpg
Arizona 2008 "GRAND CANYON STATE" Dal 2020 la sequenza è randomica e non più necessariamente "AAA0000".
2006 Arkansas license plate 514 KZE.jpg
Arkansas 2006 "THE NATURAL STATE"
California license plate, August 2012.png
California 2011 dmv.ca.gov La grafica attuale, seppur con piccole modifiche estetiche e di slogan, è utilizzata dal 1994.
2013 North Carolina license plate - BAC-5359.jpg
Carolina del Nord 1982 "FIRST IN FLIGHT"
South Carolina 2020 passenger car license plate.png
Carolina del Sud 2016 "WHILE I BREATHE, I HOPE"
Blank License Plate Shape.svg
Colorado 2020 - La grafica attuale è pressoché identica dal 2000. Negli anni è cambiata solo la sequenza alfanumerica.
Blank License Plate Shape.svg
Connecticut 2015 "CONSTITUTION STATE"
Blank License Plate Shape.svg
Dakota del Nord 2016 "PEACE GARDEN STATE"
Blank License Plate Shape.svg
Dakota del Sud 2016 "GREAT FACES. GREAT PLACES."
2001 Delaware license plate 532484.jpg
Delaware 1969 "THE FIRST STATE" La combinazione è composta da sole cifre sequenziali da 4 a 999999.
Washington, D.C. license plate, 2017.png
Distretto di Columbia 2017 "END TAXATION WITHOUT REPRESENTATION"
2018 Florida license plate IYT E32.jpg
Florida 2003 myflorida.com in alto e uno dei tre seguenti in basso:
  • "SUNSHINE STATE"
  • "IN GOD WE TRUST"
  • Il nome della contea di immatricolazione
Blank License Plate Shape.svg
Georgia 2012 "PEACH STATE" in alto e uno dei seguenti in basso:
  • "IN GOD WE TRUST"
  • Il nome della contea di immatricolazione
1991 Hawaii license plate MNG 728.jpg
Hawaii 1991 "ALOHA STATE"
2010 Idaho License Plate.jpg
Idaho 2008 "FAMOUS POTATOES"
Illinois 2017 License Plate V3.jpg
Illinois 2017 "LAND OF LINCOLN" Il ritratto di Lincoln a sinistra, inizialmente più scuro, nelle emissioni più recenti è stato schiarito per permettere una migliore lettura della targa.
Indiana 2018 plate.jpg
Indiana 2017 -
Iowa 2020 plate.jpg
Iowa 2018 Il nome della contea di immatricolazione
Late 2018-Present Kansas License Plate.jpg
Kansas 2018 -
Blank License Plate Shape.svg
Kentucky 2020 "BLUEGRASS STATE" in alto e nome della contea di immatricolazione in basso.
Opzionalmente può apparire in aggiunta agli altri due "IN GOD WE TRUST".
Blank License Plate Shape.svg
Louisiana 2016 "SPORTSMAN'S PARADISE"
Blank License Plate Shape.svg
Maine 1999 "VACATIONLAND"
Maryland 2021 MD PROUD plate.jpg
Maryland 2016 -
Massachusetts 2011 license plate.png
Massachusetts 1993 "THE SPIRIT OF AMERICA"
Blank License Plate Shape.svg
Michigan 2013 michigan.org
Minnesota 2020 plate.jpg
Minnesota 2017 "10,000 LAKES" Grafica utilizzata dal 2009.
Blank License Plate Shape.svg
Mississippi 2019 Nome della contea di immatricolazione
Missouri Passenger Car License Plate 2020.png
Missouri 2018 "BICENTENNIAL" in alto, "1821★2021" in basso
Blank License Plate Shape.svg
Montana 2010 "TREASURE STATE"
Nebraska license plate 2017 big counties.jpg
Nebraska 2017 "1867" e "2017"
2016 Nevada license plate (front).jpg
Nevada 2016 "HOME MEANS NEVADA"
Blank License Plate Shape.svg
New Hampshire 1999 "LIVE FREE OR DIE"
New Jersey license plate 2014.jpg
New Jersey 2007 "GARDEN STATE"
Blank License Plate Shape.svg
New York 2020 "EXCELSIOR"
1990 New Mexico license plate 999*NNN.jpg
Nuovo Messico 1999 "LAND OF ENCHANTMENT" La grafica attuale, seppur con piccole modifiche estetiche e di slogan, è utilizzata dal 1990.
Ohio 2021 license plate Montgomery County.jpg
Ohio 2013 Nuvola di etichette con 46 slogan sullo sfondo, nome della contea di immatricolazione in basso.
Oklahoma 2018 plate.jpg
Oklahoma 2017 "EXPLORE OKLAHOMA" in alto, travelok.com in basso
Oregon License Plate3.jpg
Oregon 2004 -
Blank License Plate Shape.svg
Pennsylvania 2017 visitPA.com La grafica attuale, seppur con piccole modifiche estetiche e di slogan, è utilizzata dal 1990.
Rhode Island License Plate AB-123 format.JPG
Rhode Island 1996 "OCEAN STATE"
Tn2017.png
Tennessee 2006 "THE VOLUNTEER STATE" in alto, www.tnvacation.com e il nome della contea di imamtricolazione in basso. Opzionalmente può apparire in aggiunta agli altri "IN GOD WE TRUST".
Texas Passenger Car License Plate 2020.png
Texas 2012 "THE LONE STAR STATE"
2017 Utah License Plate.jpg
Utah 2007 "LIFE ELEVATED"
Vermont 2000 license plate CGX 308.jpg
Vermont 1990
Virginia 2021 license plate.jpg
Virginia 2014 "VIRGINIA IS FOR LOVERS" e virginia.org
2006 West Virginia license plate 9DD 999.jpg
Virginia Occidentale 2006 "WILD, WONDERFUL"
2017 Washington License Plate.jpg
Washington 2010 "EVERGREEN STATE" La grafica attuale è pressoché identica dal 1998. Negli anni è cambiata solo la sequenza alfanumerica.
Blank License Plate Shape.svg
Wisconsin 2017 "AMERICA'S DAIRYLAND"
Wyoming 2020 plate.jpg
Wyoming 2016 -

Targhe personalizzatemodifica | modifica wikitesto

Vanitymodifica | modifica wikitesto

Targa personalizzata su un veicolo del Vermont

In ciascuno dei 50 stati degli Stati Uniti e nel Distretto di Columbia, agli automobilisti viene offerta la possibilità, con un costo extra, di personalizzare la sequenza di lettere e/o numeri della propria targa (nota in questo caso come vanity plate o prestige plate). Generalmente, le targhe in questione non possono contenere messaggi volgari o offensivi, anche se le norme variano ampiamente tra le varie giurisdizioni che rilasciano la targa. Ad esempio, lo stato del Maine non effettua alcuna censura sulle vanity plates, a condizione che esse non incitino all'odio o alla violenza. In California, gli automobilisti possono ordinare targhe contenenti, oltre a lettere e numeri, anche simboli, quali ad esempio un cuore, una mano, una stella e così via. Anche altri stati, come il New Hampshire e la Carolina del Nord, consentono l'uso di determinati simboli di punteggiatura.

Negli anni è capitato, a volte, che alcune sequenze personalizzate ambigue abbiano causato difficoltà inaspettate ai loro proprietari. Nel 1979, ad esempio, un residente di Los Angeles ha ricevuto 2 500 multe da tutto lo stato perché i computer del DMV abbinavano alla sua targa, "NULL", contravvenzioni per auto senza targa. Altri casi simili sono stati segnalati per combinazioni come "MISSING", "NOTAG", "VOID", "NONE" e "XXXXXXX"[1].

Altre volte, invece, le restrizioni nei messaggi consentiti sulle vanity plates hanno portato addirittura a casi giudiziari in tribunale.

Specialtymodifica | modifica wikitesto

Targa della California di un veicolo per disabili (DP=Disabled Person)
Targa di un veterano della Guerra del Vietnam emessa dal Kansas
Targa del Minnesota per la protezione della fauna locale
Targa di un massone dello stato di New York
Targa del Nevada con grafica e motto dei Vegas Golden Knights
Grafica opzionale di una targa dell'Indiana

Ogni Stato USA fornisce oltre alla targa standard (o regular) un'ampia varietà di tipi di targhe, in qualche caso oltre cento differenti a scelta dell'utente, fino ai 200 tipi proposti dallo Stato della Virginia[2]. Esse sono le cosiddette specialty, che possono essere sia delle targhe opzionali con differenze puramente estetiche rispetto alla standard (in questo caso spesso non richiedono costi aggiuntivi), sia targhe tematiche specifiche con disegni e motti turistici, ambientalisti, patriottici, storici, commemorativi, sia essere richieste come segno distintivo di appartenenza a una determinata categoria o professione, quali:

e altre.

Alcune classi di targhe possono richiedere una prova di autorizzazione, ad esempio una persona che ottiene una targa per radioamatori con il proprio indicativo di chiamata deve mostrare la propria licenza di radioamatore. Le persone che ottengono la medaglia di Veterano disabile, la Medal of Honor o il Purple Heart devono mostrare la prova della loro disabilità e del servizio militare o il loro premio della medaglia specifica, rispettivamente. Stessa cosa avviene per le targhe private di persone abilitate a operare in caso di emergenza, anche se non in servizio (es. poliziotti, medici, vigili del fuoco ecc.)

Spesso il sovrapprezzo da pagare per avere una determinata targa comprende una donazione a uno scopo o associazione correlata al tema (es. la targa emessa nel 1987 dallo stato della Florida per commemorare il disastro dello Space Shuttle Challenger, i cui proventi andarono a beneficio della Astronauts Memorial Foundation e servirono a finanziare la costruzione e la manutenzione dello Space Mirror Memorial presso il Kennedy Space Center Visitor Complex a Merritt Island).

Molte volte vengono utilizzate delle targhe commemorative come targhe standard. Ad esempio, un certo numero di stati su tutto il territorio nazionale ha emesso (come formato principale) targhe che ricordano il bicentenario degli Stati Uniti nel 1976. In altri casi diversi stati hanno emesso targhe per ricorrenze ed eventi particolari del proprio stato, come quando, nel 1998, l'Alaska ha celebrato il centenario della corsa all'oro del Klondike con nuove targhe che mostravano cercatori sul sentiero per lo Yukon. Altro esempio è il Tennessee, che ha commemorato la sua celebrazione del bicentenario del 1996 emettendo targhe standard etichettate "BicenTENNial" al posto del nome dello stato; queste lastre rimasero di serie fino al 2001, cinque anni dopo la fine della celebrazione.

Per quanto riguarda la combinazione alfanumerica non sempre quella delle targhe specialty coincide con quella delle targhe ordinarie, anzi spesso ogni tipologia presenta un proprio formato con prefissi specifici. In molti stati, però, è possibile personalizzare a proprio piacimento la scritta sulla targa, rendendole di fatto delle vanity-specialty plates.

Emissioni straordinariemodifica | modifica wikitesto

Targa dello Utah per i XIX Giochi olimpici invernali, svolti a Salt Lake City nel 2002
Targa di Washington D.C. per l'elezione di Ronald Reagan

Vengono proposte targhe per i più svariati eventi o iniziative governative a edizione limitata e generalmente queste targhe hanno un costo di immatricolazione e di rinnovo annuale almeno del doppio della targa standard, da circa 10/15 dollari fino ad anche 80/90 dollari.

A Washington, DC viene per esempio edita una versione speciale ("Presidential") in occasione dell'elezione del Presidente degli Stati Uniti d'America.

Targhe delle altre categorie di veicolimodifica | modifica wikitesto

Targa di un camion (sigla TRK in verticale) immatricolato nel Colorado
Targa personalizzata di un veicolo commerciale dello stato di New York
Targa di un rimorchio della Pennsylvania
Targa di una macchina edile del New Jersey

La maggior parte dei veicoli utilizza targhe con grafica e dimensioni analoghe al tipo destinato alle autovetture, con differenze (da stato a stato) nel sistema di numerazione, diciture specifiche (es. la scritta "BUS", "TRUCK", "COMMERCIAL", "TAXI" al posto dei motti o sigle identificative) e poco altro. Per alcune tipologie di veicoli privati esse possono addirittura essere personalizzate, al pari di quelle per auto, sia nella combinazione sia nel design, spesso con possibilità di scegliere fra le stesse numerose grafiche opzionali, celebrative o specialty proposte dai singoli stati federati in alternativa al formato regular o standard. Rientrano in tale categoria (cosiddetta non-passenger) veicoli quali:

Non hanno le stesse dimensioni targhe di veicoli come motocicli e, in alcune giurisdizioni, ciclomotori e alcuni tipi di rimorchi e macchine edili.

Motociclimodifica | modifica wikitesto

Targa dell'Alaska del 1967 (con dimensioni pressoché analoghe a quelle odierne)
Targa per disabili dell'Arkansas (DM=Disabled Motorcycle)
Targa standard del Maryland
Targa specialty del Maryland (in questo caso di un membro dell'Harley Owners Group)

I motocicli montano targhe dedicate che riprendono gli stilemi delle targhe analoghe per gli altri veicoli, con possibilità, anche in questo caso, di personalizzare la sequenza e scegliere la grafica. Le targhe in questione sono di dimensioni ridotte ma non sono standardizzate sul territorio nazionale né su quello nord-americano. Dagli anni '80 gli stati seguono però quasi tutti le misure di 4 in × 7 in (10 cm × 18 cm), ad eccezione del Minnesota, che le emette di 4 316 in × 7 316 in (10,6 cm × 18,3 cm)

Veicoli storicimodifica | modifica wikitesto

Targa di un veicolo antico della Florida

Tipicamente, un veicolo viene definito "antico", "classico", "d'epoca" a una determinata età dalla prima immatricolazione. Ad esempio, essa è di 20 anni nello stato del Connecticut, 25 anni nello stato della Virginia.

La targa effettiva che viene applicata al mezzo può assumere la forma di una di nuova fabbricazione con la dicitura "ANTIQUE", "HISTORIC", "EARLY AMERICAN" o "HORSELESS CARRIAGE" al posto del motto. In alternativa, per rendere un effetto più autentico, può essere una riproduzione esatta di una vecchia targa o una che ne riprenda le sembianze senza però necessariamente essere identica alle reali targhe storiche. Addirittura, in determinate circostanze, può essere usata una vera targa antica dello stesso anno del modello dell'auto, chiamata Year of Manufacture plate (YOM) o Vintage plate, a seconda della giurisdizione. Ad esempio, la Virginia ne consente l'uso solo se stampata in rilievo con l'anno appropriato (non aggiunto con adesivi). Il Tennessee consente l'uso di targhe YOM a condizione che il veicolo in questione sia appositamente registrato come "antico" e che contrassegni e moduli originari emessi dallo stato siano conservati all'interno del veicolo per possibili ispezioni su richiesta delle forze dell'ordine. Sebbene la legge locale lo consenta, la circolazione sulle strade di altri stati potrebbe non essere legale.

L'immatricolazione di veicoli antichi può fornire alcuni vantaggi, come una tassa di registrazione ridotta o esonerata, l'esenzione dalla revisione del veicolo. Tuttavia, il privilegio del proprietario di guidare il veicolo può essere notevolmente ridotto. Sempre in Virginia, l'uso di un'auto d'epoca è limitato alla partecipazione ad attività di club automobilistici, sfilate e simili, guida da e verso tali eventi, test, manutenzione, riparazioni e guida occasionale di piacere entro 250 miglia (400 km) dalla propria residenza[3], mentre è espressamente vietato l'utilizzo da e per il luogo di lavoro. Pur avendo regole simili, il Tennessee non consente il trasferimento di targhe antiche tra proprietari quando un veicolo viene venduto, quindi il nuovo proprietario deve richiederne una nuova. Altri stati invece, come il Connecticut, non hanno alcuna limitazione di guida o di registrazione per i veicoli d'epoca.

Veicoli con registrazione ripartitamodifica | modifica wikitesto

Targa della Carolina del Nord di un mezzo pesante con registrazione ripartita

Le targhe per questa categoria riguardano mezzi pesanti

  • con due assi e un peso lordo o una massa a pieno carico superiore a 26 000 libbre (12 000 kg)
  • con tre o più assi, indipendentemente dal peso
  • in combinazione, con peso lordo complessivo o massa a pieno carico superiore a 26 000 libbre (12 000 kg)[4]

destinati al trasporto di persone o beni fra stati federati e distretti statunitensi e/o province e territori canadesi aderenti all'International Registration Plan (IRP), un accordo di reciprocità della registrazione tra Stati Uniti e Canada, che prevede pagamenti ripartiti delle quote di immatricolazione, in base alla distanza totale operata nelle giurisdizioni partecipanti. Il principio fondamentale dell'IRP è quello di promuovere e favorire l'utilizzo del sistema autostradale nordamericano[5].

Il vantaggio di questo piano è che un veicolo può essere registrato solo nel suo stato di origine, ma legalmente impegnarsi nel commercio interstatale/interprovinciale e addirittura internazionale. Ogni veicolo interessato è dotato di una targa con scritto "APPORTIONED", "APP", o "PRP" al posto del motto, e una documentazione che elenca ogni giurisdizione in cui il veicolo può operare e quanto peso è autorizzato a trasportare.

Fanno eccezione veicoli ricreativi, veicoli con targhe soggette a restrizioni, autobus a noleggio con autista, veicoli di proprietà del governo[4].

Due delle principali società di trasporto che utilizzano apportioned vehicles sono U Haul e Greyhound Lines.

Targhe specialimodifica | modifica wikitesto

Targhe provvisoriemodifica | modifica wikitesto

Targa temporanea emessa dall'Illinois

Quando una persona acquista un veicolo da un rivenditore, il concessionario è generalmente autorizzato a rilasciare una registrazione temporanea per consentire all'acquirente di guidare il mezzo fino a quando l'agenzia governativa responsabile dell'immatricolazione non elabora i moduli di registrazione.

Allo stesso modo, quando una persona acquista un veicolo al di fuori del proprio stato di residenza, di solito può ottenere una "registrazione di transito" dalle autorità dello stato o della contea in cui è avvenuto l'acquisto. Questa registrazione di transito consentirà al nuovo proprietario di guidare il veicolo fino allo stato di residenza dove avverrà la vera e propria immatricolazione.

Le registrazioni temporanee possono presentarsi principalmente come:

  • una targa di carta, cartone o plastica leggera, da sostituire con quella definitiva alla fine del periodo di registrazione temporaneo (solitamente un periodo limitato, ad esempio, di 15, 30 o 45 giorni);
  • una targa metallica standard con convalida temporanea (in questo caso viene emesso solo un adesivo da apporre su una targa già esistente anziché una effettiva targa temporanea);
  • un modulo o una decalcomania da applicare su un finestrino del veicolo.

Targhe restrittivemodifica | modifica wikitesto

Targa restrittiva dell'Ohio per trasgressori di guida in stato di ebbrezza

In alcuni stati, alle persone colte a guidare in stato di ebbrezza, oltre a sanzioni pecuniarie e ad altre pene, è prevista una limitazione, per un periodo temporaneo, dei privilegi di guida. Nel New Jersey, ad esempio, alle persone condannate per guida in stato di ebbrezza può essere vietato l'uso di targhe. In Ohio, i conducenti ubriachi condannati sono obbligati a guidare con le cosiddette Party plates, targhe speciali rosso su giallo che evidenziano alle forze dell'ordine e agli altri utenti della strada il fatto di prestare maggiore attenzione al veicolo (che in questo caso può circolare solo in alcune situazioni, fasce orarie e/o aree). In Georgia e Minnesota, ai conducenti ubriachi può essere ordinato di esporre targhe restrittive con uno speciale sistema di numerazione, note nel secondo stato come Whisky plates[6].

Nazioni indigenemodifica | modifica wikitesto

Targa della Nazione Cherokee

Diverse tribù di nativi americani degli Stati Uniti registrano veicoli a motore e rilasciano proprie targhe a tali veicoli, anziché utilizzare quelle emesse dallo stato in cui si trovano territorialmente.

Lo status legale di queste targhe varia a seconda della tribù, alcune sono riconosciute dal governo federale e altre no. Alcune nazioni emettono targhe per veicoli tribali e personali, mentre altre emettono targhe solo per veicoli tribali ufficiali e amministrativi.

Le targhe di alcune nazioni indicano lo stato degli Stati Uniti con cui sono più strettamente associate, mentre altre no. Questa variazione può anche esistere tra più nazioni associate a un particolare stato. Le tribù riconosciute a livello federale possono anche noleggiare veicoli con targa governativa statunitense attraverso la General Services Administration in determinate circostanze.

Governativemodifica | modifica wikitesto

Targa governativa della GSA
Targa esentasse di proprietà del governo dell'Oregon
Targa esentasse di un motociclo di proprietà del governo dell'Oregon

Il governo federale emette targhe per i propri veicoli, con poche eccezioni. Il formato segue, come il resto delle targhe, il formato nordamericano. In alto appare la dicitura "U.S. GOVERNMENT" accompagnata spesso dallo stemma dell'agenzia o del dipartimento a cui appartiene il mezzo (di solito in basso a sinistra). Vengono anche utilizzati dei prefissi identificativi davanti alla sequenza alfanumerica, come "A" per il Dipartimento dell'Agricoltura, "CP" per la Capitol Police, "HHS" (Health and Human Services) per il Dipartimento della salute e dei servizi umani, "J" (Justice) per il Dipartimento di giustizia, "NATO" per i veicoli dell'omonima organizzazione, "P" per l'USPS, "W" (War) per il Dipartimento dell'esercito e così via. La flotta del General Services Administration a disposizione degli enti nazionali presenta prefissi in base alla tipologia di veicolo (es. "G12" per berline compatte, "G31" per ambulanze o bus, "G42" per camion e veicoli commerciali fino a 3/4 tonnellate a trazione 4x2, "G63" per camion e veicoli commerciali fino a 1 tonnellata a trazione 4x4 e vari altri). I mezzi di proprietà di un ramo delle forze armate statunitensi possiedono targhe specifiche emesse da quel corpo con scritto "U.S. ARMY", "U.S. COAST GUARD" ecc, anche se alcuni presentano solo un numero di identificazione applicato direttamente sulla carrozzeria.

A livello sub-nazionale, tutti gli stati federati rilasciano targhe speciali per i veicoli di proprietà dei governi statali e locali. Per la maggior parte, le targhe sono simili alle targhe dei passeggeri regolari, tranne che con una sequenza di numerazione separata e/o con un messaggio come "GOVERNMENT", "OFFICIAL", "STATE PROPERTY", "PUBLICLY OWNED", "MUNICIPAL" o "EXEMPT" in sostituzione dello slogan. Molti stati, inoltre, rilasciano targhe a membri di determinate professioni che richiedono una sorta di privilegi speciali, come parcheggiare in lotti riservati o transitare in corsie preferenziali. Gli esempi includono targhe per membri della stampa, medici, infermieri, ambulanze convenzionate o della Croce Rossa Americana, polizia, paramedici, vigili del fuoco, giudici, senatori.

Diplomatichemodifica | modifica wikitesto

Targa del Corpo Diplomatico dell'India (lettere "DL") con grafica utilizzata dal 1984 al 2007
Targa del Corpo Diplomatico della Cina (lettere "CY") con grafica in uso dal 2007
Targa emessa dalla Florida di un veicolo di un console onorario

Le targhe diplomatiche sono emesse dall'Ufficio delle Missioni estere (OFM), branca del Dipartimento di Stato, e non dai singoli stati federati.

Dal 2007, esse hanno sfondo azzurro e caratteri neri in rilievo, in alto si trova una fascia concava di colore rosso con la scritta bianca "DIPLOMAT" o "CONSUL", altrimenti vuota nel caso di veicoli dello staff. A sinistra è impresso lo stemma del dipartimento di Stato mentre a destra il logo dell'OFM. Nella parte inferiore della targa è scritto, con caratteri fortemente rimpiccioliti, "Issued By The UNITED STATES DEPARTMENT OF STATE" o frasi similari. La sequenza è composta da una lettera ("D" per i mezzi del Corpo diplomatico, "C" per quelli del Corpo consolare e "S" per quelli privati del personale), seguita dal codice di due lettere identificative del Paese o ente internazionale proprietario del veicolo e da un numero di 3 o 4 cifre. le vetture di proprietà delle missioni delle Nazioni Unite o dei funzionari dei Paesi membri presso la sede ONU presentano targhe con sequenza "ribaltata" rispetto a quelle diplomatiche (appaiono quindi prima le cifre, poi il codice dello Stato e infine la lettera "D"). Le targhe dei rappresentanti presso l'Organizzazione degli Stati americani seguono lo schema "A 00000", mentre quelle del Segretariato delle Nazioni Unite utilizzano il sistema invertito ("00000 A")[7].

Fa eccezione Taiwan, stato parzialmente riconosciuto e non membro dell'ONU, a cui sono state assegnate nel 2015, per via del suo status particolare, delle targhe con fascia rossa vuota (senza "DIPLOMAT" né "CONSULAR") e serie iniziante con "E" anziché con "D" o "C"[8].

Dal 1984 al 2007 le targhe seguivano gli stessi sistemi di numerazione attuali ma mostravano uno stile nettamente differente. Il prefisso "D", "C", "S" o "A" era bianco e si trovava in un riquadro azzurro (mentre il resto del testo era azzurro su sfondo bianco) collegato alla banda orizzontale superiore dello stesso colore. Su di essa era specificato (come in quelle odierne) la dicitura "DIPLOMAT", "CONSUL" o era vuota per i veicoli del personale. Nei casi delle targhe ONU, esse erano speculari, oltre che per la sequenza, anche per la grafica: la lettera "D", "S" o "A", stavolta in posizione di suffisso, era sempre bianca, riquadrata di azzurro ma sovrastata dalla scritta "UNITED NATIONS". Tutti i caratteri precedenti invece erano azzurri su fondo bianco. In basso una fascia rossa indicava al suo interno l'organo di emissione e proprietario della targa (anche in questo caso il Dipartimento di Stato)[7].

Per quanto riguarda i motocicli essi presetnano targhe con stessa grafica e formato ma dimensioni ridotte, mentre per i rimorchi esistono targhe apposite in cui, nel formato in uso dal 2007, sulla fascia rossa superiore appare la scritta "TRAILER" e la sequenza è del tipo "T 00000"[7].

Gli stati federati non possono emettere targhe diplomatiche, che sono centralizzate a livello nazionale, ma possono emettere targhe per consolati onorari con sede nei propri territori, che spesso ricalcano la grafica di quelle dell'OFM.

I codici composti da due lettere posizionati accanto al prefisso (o al suffisso nei casi dell'ONU) e il Paese associato sono riportati nella tabella seguente.

Nessuno dei codici di due lettere elencati include le lettere E o O e le lettere I e Z non si trovano mai nella prima posizione.

Legenda: In grigio significa codice non più usato, in grassetto che è invece in uso. Essendo parte della lista aggiornata agli anni '90, è probabile che alcuni altri codici elencati da allora siano stati abbandonati o riassegnati[9].

Sigla Stato Sigla Stato Sigla Stato Sigla Stato Sigla Stato
AA Rep. del Congo Rep. del Congo AB Taiwan Taiwan (con prefisso "E")[8] AC Costa d'Avorio Costa d'Avorio AE Uzbekistan Uzbekistan AF Giappone Giappone
AH Madagascar Madagascar AJ Panama Panama AK Capo Verde Capo Verde AQ Siria Siria (solo ONU) AU Uganda Uganda
AV Israele Israele AW Flag of the African Union.svg Unione africana (organizzazione internazionale) AX Isole Marshall Isole Marshall BL Sudafrica Sudafrica BV Isole Salomone Isole Salomone
BW World Bank logo.svg Banca Mondiale (organizzazione internazionale) BY Isole Salomone Isole Salomone BZ Iraq Iraq CB Cambogia Cambogia CC Etiopia Etiopia
CG Isole Marshall Isole Marshall CM Micronesia Micronesia CN organizzazione internazionale CS Afghanistan Afghanistan CT Bhutan Bhutan (solo ONU)
CU Botswana Botswana CV Birmania Birmania CW Camerun Camerun CX Burundi Burundi CY Cina Cina
DA Colombia Colombia DB Costa Rica Costa Rica DC Cuba Cuba DD Cipro Cipro DF Rep. Dominicana Rep. Dominicana
DG Ecuador Ecuador DH Francia Antille francesi (ente sub-nazionale) DI Israele Israele DJ Francia Francia DK Grecia Grecia
DL India India DM Iran Iran (solo ONU) DN Danimarca Danimarca DP Bangladesh Bangladesh DR Slovacchia Slovacchia
DZ Palau Palau FC Unione Sovietica Unione Sovietica FF Antigua e Barbuda Antigua e Barbuda FG Rep. Centrafricana Rep. Centrafricana FH Irlanda Irlanda
FI Israele Israele FJ Libano Libano FK Kenya Kenya FL Liberia Liberia FM Libia Libia
FN Malta Malta FP Marocco Marocco FR Filippine Filippine FS Paesi Bassi Paesi Bassi FT Qatar Qatar
FV Sri Lanka Sri Lanka FW Città del Vaticano Città del Vaticano FX Sierra Leone Sierra Leone FY Sudafrica Sudafrica FZ Suriname Suriname
GC Svezia Svezia GD Ucraina Ucraina GG Zambia Zambia GN Turchia Turchia GP Albania Albania
GQ Corea del Nord Corea del Nord (solo ONU) GX Vanuatu Vanuatu HB Tonga Tonga HL Saint Lucia Saint Lucia HN Mongolia Mongolia
HV Belgio Belgio HW Guatemala Guatemala HX Benin Benin HY Guinea-Bissau Guinea-Bissau HZ Haiti Haiti
JB Honduras Honduras JC Kuwait Kuwait JD Mauritius Mauritius JF Nigeria Nigeria JG Portogallo Portogallo
JH Somalia Somalia JJ Ciad Ciad JK Turchia Turchia JM bandiera Jugoslavia JP Tunisia Tunisia
JQ Togo Togo JS Slovenia Slovenia KB Monaco Monaco KD Eritrea Eritrea KG Guinea Equatoriale Guinea Equatoriale
KH Ungheria Ungheria KJ Lituania Lituania KK Figi Figi KL Giordania Giordania KM Giamaica Giamaica
KN Gabon Gabon KP Lussemburgo Lussemburgo KR Malaysia Malaysia KS Messico Messico KT Namibia Namibia
KU São Tomé e Príncipe São Tomé e Príncipe KV Arabia Saudita Arabia Saudita KW Seychelles Seychelles KX Sudan Sudan LC Venezuela Venezuela
LD Vietnam Vietnam LG Turchia Turchia LH Israele Israele LK Unione europea Unione europea (organizzazione internazionale) LM Macedonia del Nord Macedonia del Nord
LR Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina LW Germania Germania MF Fmi.gif Fondo Monetario Internazionale (organizzazione internazionale) MK Gibuti Gibuti ML Territorio britannico dell'Oceano Indiano Diego Garcia (ente sub-nazionale)
MN Comore Comore MP Bahamas Bahamas MQ Monaco Monaco MW Maldive Maldive NA Oman Oman
NB Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea NC Paraguay Paraguay ND Romania Romania NQ Angola Angola PA Austria Austria
PB Barbados Barbados PC Belize Belize PD Bermuda Bermuda (ente sub-nazionale) PF Bolivia Bolivia PG Bielorussia Bielorussia
PH Rep. Ceca Rep. Ceca PI Israele Israele PK Norvegia Norvegia PL Cile Cile PM Brunei Brunei
PR Argentina Argentina PS Zimbabwe Zimbabwe PV Rep. del Congo Rep. del Congo QA Yemen Yemen QD Burkina Faso Burkina Faso
QL Saint Kitts e Nevis Saint Kitts e Nevis QM Bulgaria Bulgaria QN Laos Laos QP Lettonia Lettonia QQ Lesotho Lesotho
QR Malawi Malawi QS Mozambico Mozambico QT Nuova Zelanda Nuova Zelanda QU Nicaragua Nicaragua QV Niger Niger
QW Polonia Polonia QX Pakistan Pakistan QY Yemen del Sud Yemen del Sud QZ Indonesia Indonesia RB Ruanda Ruanda
RC Saint Vincent e Grenadine Saint Vincent e Grenadine RD Senegal Senegal RL Uruguay Uruguay SG Israele Israele ST Dominica Dominica
SX Unione Sovietica Unione Sovietica TC Mali Mali TF Algeria Algeria TG Canada Canada TH Egitto Egitto
TJ Germania Est Germania Est TK Antille Olandesi Antille Olandesi (ente sub-nazionale) TL El Salvador El Salvador TM Islanda Islanda TN Nepal Nepal
TP Mauritania Mauritania TQ Mali Mali TR Italia Italia TS Iraq Iraq TT Guyana Guyana
TU Guinea Guinea TV Ghana Ghana TW Gambia Gambia TX Finlandia Finlandia TY Grenada Grenada
TZ Perù Perù UA Bahrein Bahrein UF Estonia Estonia UH Spagna Spagna UX Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago
VF Thailandia Thailandia VG Tanzania Tanzania VH Svizzera Svizzera VJ Brasile Brasile VK Singapore Singapore
VL eSwatini eSwatini VM Nauru Nauru WB Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti WD Corea del Sud Corea del Sud WM Samoa Samoa
WZ Regno Unito Regno Unito XF Turchia Turchia XY sconosciuto XZ Australia Australia YA sconosciuto
YG Georgia Georgia YJ Tagikistan Tagikistan YK Kazakistan Kazakistan YM Hong Kong Hong Kong (ente sub-nazionale) YM Moldavia Moldavia
YR Russia Russia YT Turkmenistan Turkmenistan YU Uzbekistan Uzbekistan YY Kirghizistan Kirghizistan YZ Azerbaigian Azerbaigian

Territori dipendenti degli Stati Unitimodifica | modifica wikitesto

Samoa Americanemodifica | modifica wikitesto

Targa delle Samoa Americane del formato in uso dal 2011

Dal 1977 nelle Samoa Americane viene usato lo standard nordamericano. La combinazione per i veicoli privati è formata da 4 cifre. Tipologie specifiche di veicoli utilizzano da tre cifre precedute da un prefisso, ad esempio "R" (Rent) per i veicoli a noleggio, "T" per i taxi, "CP" (Commerical Purpose) per veicoli commerciali e bus, "C" (Cargo) per furgoni, "PD" (Police Department) per i mezzi della polizia, "GO" per il governatore, "MB" (Motor Bike) per motocicli[10] e altri. Oltre ai caratteri, sulle targhe sono impressi la sagoma di una palma, la scritta "AMERICAN SAMOA" in basso e il motto "MOTU O FIAFIAGA" (Isole del Paradiso in samoano) in alto. Il formato è rimasto simile dagli anni '70 ad oggi, ad eccezione degli slogan e dello sfondo, che dal 2011 raffigura una foto della Fatu Rock. Le targhe governative possono presentare, dallo stesso anno, uno sfondo giallo-bianco-giallo e la dicitura "GOVERNMENT VEHICLE" al posto del motto. Esistono anche delle combinazioni riservate, come "US 1" per il delegato delle Samoa Americane alla Camera dei Rappresentanti.

Guammodifica | modifica wikitesto

Targa di Guam del villaggio di Tumon nel formato in uso dal 2009

Le targhe di Guam seguono lo schema nordamericano dal 1960 e dal 2009 hanno sfondo bianco con disegnato un fiore di buganvillea e caratteri neri. Presentano una sigla di due lettere (precedentemente di tre), che identifica il villaggio di immatricolazione (es. "AT"=Agat, "HG"=Hagåtña, "PT"=Piti) o lo scopo del veicolo (es. "TX" per i taxi, "CV" per i veicoli commerciali, "TR" per le targhe prova, "MP" per motocicli e ciclomotori[10]) seguita da un numero fino a 4 cifre. In alto si trova la scritta "GUAM U.S.A." mentre in basso lo slogan "TANO Y CHAMORRO" (Terra dei Chamorro in chamorro). Esistono delle serie speciali con grafiche e sequenze dedicate, come quelle governative o per i veterani.

Isole Marianne Settentrionalimodifica | modifica wikitesto

Targa delle Isole Marianne Settentrionali

Le targhe delle isole Marianne Settentrionali sono, dal 1988, bianche con disegnato il sigillo della dipendenza. In alto si trova, in blu, la scritta "HAFA ADAI" (il corrispondente in chamorro di Ciao) mentre in basso, sempre in blu, "C.N.M.I.-U.S.A.", acronimo di Commonwealth of Northern Mariana Islands - United States of America. La serie alfanumerica standard è del tipo "AAA 000", fino al 2005 in rilievo, da allora stampata. Fanno eccezione le targhe di veicoli speciali, quali taxi, bus, veicoli governativi, che presentano a sinistra la dicitura in maiuscoletto e scritta in verticale taxi, bus o gov.t, seguita da una combinazione di massimo 4 cifre. La targa del governatore non segue alcuna sequenza e su di essa è impressa semplicemente la parola "GOVERNOR".

Porto Ricomodifica | modifica wikitesto

Targa di Porto Rico del formato in uso dal 2008 in dimensioni nordamericane
Targa di Porto Rico dell'emissione speciale con logo Mayagüez 2010

Dagli anni '50 le targhe a Porto Rico avevano una sequenza di sole cifre e ogni anno venivano cambiati gli schemi di colori dello sfondo e dei caratteri. Nel 1986 la combinazione è stata sostituita con una alfanumerica del tipo "AAA 000". Il formato è principalmente quello nordamericano, anche se è possibile avere targhe di tipo europeo. Dal 2008 la grafica ordinaria (per entrambi i formati) raffigura una foto del Forte San Felipe del Morro, in alto si trova la scritta "PUERTO RICO" mentre in basso lo slogan "ISLA DEL ENCANTO" (Isola del fascino). Dal 2009 al 2012 sono state emesse delle targhe celebrative in occasione dei XXI Giochi centramericani e caraibici svoltisi a Mayagüez nel 2010, che potevano essere scelte come alternativa. Nel 2011 fu introdotto un nuovo modello da affiancare allo standard: targhe bianche con una rappresentazione schematica de La Fortaleza sullo sfondo, in alto la scritta in inglese "PUERTO RICO DOES IT BETTER" e in basso una banda gialla con la traduzione in spagnolo "PUERTO RICO LO HACE MEJOR". Nella versione con misura europea, la banda gialla si trova a sinistra e contiene entrambe le frasi una sotto l'altra[11].

Isole Vergini americanemodifica | modifica wikitesto

Targa delle Isole Vergini Americane emessa a Saint Thomas con grafica utilizzata dal 2006 al 2015

Le targhe delle Isole Vergini americane, di misura nordamericana, utilizzavano una serie formata da una lettera (C per Saint Croix, J per Saint John, T per Saint Thomas) seguita da delle cifre. Dal 2000 il sistema è del tipo XAA 000, dove la prima lettera rimane C, J o T in base all'isola di emissione. Le targhe introdotte nel 2016 hanno testo bianco su blu oceano con mappa arancione delle isole. In alto nei due angoli si trovano la bandiera degli USA e quella della dipendenza, con al centro la scritta "VIRGIN ISLANDS OF THE UNITED STATES" su due righe. Nella porzione in basso si trova il motto "TRANSFER CENTENNIAL", per commemorare il 100º anniversario del trasferimento delle isole dalla Danimarca agli Stati Uniti.

Notemodifica | modifica wikitesto

  1. ^ (EN) What Happens When Your License Plate Says ‘NO PLATE’?, su snopes.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  2. ^ (EN) Search/View Specialized License Plates, su dmv.virginia.gov. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) § 46.2-730. License plates for antique motor vehicles; fee., su leg1.state.va.us. URL consultato il 16 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2002).
  4. ^ a b (EN) IRP DEFINITIONS (PDF), su modot.org. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  5. ^ (EN) International Registration plan, su irponline.org. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  6. ^ (EN) Whiskey plates a reminder not to drink and drive, su stillwatergazette.com. URL consultato il 17 dicembre 2020.
  7. ^ a b c (EN) U.S. Department of State Office of Foreign Missions Diplomatic License Plates, su dcplates.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  8. ^ a b (EN) US issues diplomatic-like plates for cars of Taiwanese officials, su scmp.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  9. ^ (EN) Two-Letter Codes of OFM Diplomatic Plates, su dcplates.com. URL consultato il 16 dicembre 2020.
  10. ^ a b in questo caso le targhe sono leggermente più piccole
  11. ^ (EN) License Plates of Puerto Rico, su worldlicenseplates.com. URL consultato il 9 novembre 2020.

Altri progettimodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto