Tempo presente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando i tempi verbali presenti, vedi Presente.
Tempo presente
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàmensile
Generestampa nazionale
Formatoquaderno
FondatoreIgnazio Silone e Nicola Chiaromonte
Fondazione1956, 1980
DirettoreAngelo G. Sabatini
Sito webwww.tempopresenterivista.eu/
 

Tempo presente è una rivista di politica e arte fondata nel 1956 da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte. Vi hanno collaborato vari noti intellettuali del mondo, tra gli altri anche Sergio Quinzio,[1] e Gustaw Herling.[2]

Prima Seriemodifica | modifica wikitesto

La rivista, definita come "terza via" rispetto alle contrapposizioni culturali dei tempi,[3] assume posizioni politiche indipendenti su temi di respiro internazionale, ad esempio critica il maccartismo;[4] assume anche posizioni alternative difendendo nel 1959 Lorenzo Milani ed Ernesto Balducci[5] sulla scelta dell'obiezione di coscienza.

La rivista è uscita fino al 1968.

Seconda Seriemodifica | modifica wikitesto

«Tempo Presente» ha ripreso le pubblicazioni nel 1980, sotto la direzione di Angelo G. Sabatini, con un comitato direttivo composto da Rosario Romeo (1924-1987), Franco Lombardi (1906-1989), Aldo Garosci (1907-2000), Gustaw Herling (1919-2000), Ruggero Puletti (1924-2003), Nicola Matteucci (1926-2006), Alberto Ronchey (1926-2010), Karl Dietrich Bracher (1922-2016), Enzo Bettiza (1927-2017), Francois Bondy, Brian Magee (1930–2019), Luciano Pellicani (1939-2020), Enrico Cuccodoro, Alain Besançon (1932), Natalino Irti (1936).

Notemodifica | modifica wikitesto

Collegamenti esternimodifica | modifica wikitesto