Wikipedia:Lo sapevi che

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abbreviazioni
WP:LSC
Questo box: v · m
HILLGIALLO puntointerrogativo.png
La rubrica «Lo sapevi che...?» è pensata per presentare nella pagina principale di Wikipedia, a rotazione giornaliera, alcune voci che possano suscitare nel lettore una particolare curiosità che lo invogli a proseguire la lettura e la consultazione dell'enciclopedia. Affinché una voce possa essere selezionata per la rubrica è necessario che superi un'apposita procedura di segnalazione basata sul consenso. In generale, non è importante che tu lo sapessi, ma che il tema sia in sé stesso "curioso" o che contenga elementi, fatti o concetti insoliti, rari o bizzarri.
Requisiti

Al fine di comparire nella rubrica, è necessario che le voci rispondano a una serie di requisiti:

  1. La voce deve distinguersi per curiosità, originalità o per particolare interesse. Non deve essere costituita da meri elenchi e non deve trattare argomenti generici, banali o troppo specialistici. Inoltre, non deve essere eccessivamente breve.
  2. Non deve essere né una voce di qualità, né essere in vetrina, né essere al vaglio.
  3. Non deve essere già comparsa nella rubrica.
  4. Non è previsto l'inserimento di voci senza immagini, o che abbiano solamente immagini soggette a EDP (screenshot, loghi e marchi registrati o simili). Se la voce ha una sola immagine, essa non deve essere già stata usata nella rubrica, anche se per un'altra voce.
  5. Deve essere almeno di discreta qualità secondo gli standard di Wikipedia (si consiglia, a tal proposito, di consultare il manuale di stile). Deve altresì essere priva di avvisi e corredata da un adeguato numero di fonti, indicate nel testo mediante note a piè di pagina. Le voci prive di fonti verranno respinte immediatamente.
  6. Le voci vengono valutate in base alle loro condizioni al momento della proposizione. In sede di valutazione, pertanto, devono necessitare al massimo di lievi limature. Voci il cui stato richiede interventi massivi verranno respinte immediatamente.
  7. È fortemente sconsigliato l'inserimento di voci su persone viventi, aziende attive, prodotti attualmente commercializzati e quant'altro possa ricavare un giovamento, anche solo in termini di ritorno di immagine, dalla visibilità che l'inserimento in questa rubrica fornisce. Situazioni controverse devono essere attentamente valutate, anche in relazione alla possibile esistenza di campagne commerciali extrawikipediane a cui una voce, se messa in questa rubrica, sarebbe di rinforzo.
  8. Le voci che non rispettano anche uno solo dei requisiti richiesti verranno respinte immediatamente.
  9. Voci scartate per carenze di stile o fonti possono essere inserite, soprattutto se c'è consenso sulla loro curiosità, in Wikipedia:Lo sapevi che/Da migliorare

Valutazioni in corsoVoci da migliorare prima della valutazione

 
 
Button sig.png modificaCuratori della rubrica

La presente rubrica è curata da utenti volontari. Il loro lavoro consiste prevalentemente: nell'andare alla ricerca di voci particolarmente curiose, di buona qualità e che rispondano ai requisiti sopra esposti; nel valutare le candidature che via via pervengono, commentando e proponendo eventuali migliorie; nel wikificare le voci approvate affinché siano presentabili per la home page; nel redigere i riassunti da pubblicare.

Se vuoi collaborare, sei invitato ad aggiungere il tuo nome qui sotto cliccando qui:

  1. --RiccardoP1983 (dimmi di tutto) 19:55, 5 mar 2010 (CET)
  2. --Riottoso? 11:38, 7 giu 2010 (CEST)
  3. --Antonio Alvigi (msg) 13:22, 17 giu 2010 (CEST)
  4. --OppidumNissenae (msg) 20:20, 18 nov 2010 (CET) Mi ritiro.
  5. --Almadannata (msg) 14:30, 26 nov 2010 (CET)
  6. --Mhiv (msg) 23:40, 24 dic 2010 (CET)
  7. --Eippol parlami! 14:38, 13 gen 2011 (CET)
  8. --Lolo00 18:20, 13 gen 2011 (CET)
  9. --Borgil (á quetë nin) 10:43, 16 mar 2011 (CET)
  10. --Uomodis08 (msg) 16:00, 13 giu 2010 (CEST)
  11. --Vid395 (msg) 10:31, 15 mag 2011 (CEST)
  12. --και (dimmi tutto) 09:00, 26 giu 2011 (CEST)
  13. --InnOcenti ErleOr Baruk Khazâd! 20:53, 8 nov 2011 (CET)
  14. --Arres (msg) 14:34, 25 nov 2011 (CET)
  15. --Gondola disturbami! 20:00, 26 gen 2012 (CET)
  16. --Andrea Coppola 15:47, 31 gen 2012 (CET)
  17. --Angelus(scrivimi) 05:37, 16 mar 2012 (CET)
  18. --Ppong (msg) 17:30, 20 set 2012 (CEST)
  19. --**CHRISTIHAN** Venite al dunque.... 17:57, 3 lug 2012 (CEST)
  20. --FL3R (msg) 00:25, 4 dic 2012 (CET)
  21. --GioBru 16:04, 17 gen 2013 (CET) In realtà da prima, precisamente dal 4 ottobre 2012, ma mi sono accorto di questa sezione solo ora...
  22. --FraDeb 15:13, 26 apr 2013 (CEST)
  23. --Nungalpiriggal (msg) 14:18, 29 mar 2013 (CET)
  24. --GaelKel 21:43, 29 ott 2013 (CET)
  25. --Enryonthecloud (msg) 20:54, 4 dic 2013 (CET)
  26. --PupyFaki anche se molto poco...
  27. --ArtAttack (msg) 17:34, 8 mar 2014 (CET)
  28. --RispoliGianluca (msg) 09:41, 20 mar 2014 (CET)
  29. --Dome 202 (msg)Dome 202
  30. --L'inesprimibilenulla 11:14, 26 ago 2014 (CEST)
  31. --Lalupa (msg) 15:25, 11 lug 2015 (CEST)
  32. --Mister Shadow (✉) 04:39, 21 ago 2015 (CEST)
  33. --Micejerry (msg) 19:23, 18 mar 2016 (CET)
  34. -- Pulciazzo 17:54, 23 set 2016 (CEST)
  35. --Moonshine9911 (msg) 18:13, 3 nov 2016 (CET)
  36. --Anonimo88 (msg) 13:18, 27 feb 2017 (CET) In realtà da prima, anche se poco... E ora per quanto possibile
  37. --Ferdi2005 (Posta) 00:56, 3 set 2017 (CEST)
Utenti inattivi
  1. --Étienne (attivo dal 2008 al 2011)
  2. Cesare87 (msg) 00:24, 12 feb 2010 (CET)part time
  3. --Zoologo (msg) 14:38, 15 feb 2010 (CET) (Non confermato al 100% perchè a partire da fine mese sono impegnato con lezioni e studi)
  4. --¶ạtạfrittơ preferisci al forno? 12:53, 31 mar 2010 (CEST) (soprattutto per proporre)
  5. --LUCA p - dimmi pure... 20:15, 17 apr 2010 (CEST)
  6. --Suetonius (EPISTVLAE) 19:53, 26 mag 2010 (CEST) (sempre pronto a scovare qualcosa di curioso)
  7. --Grandeepopea (msg) 20:56, 30 lug 2010 (CEST)
  8. Dedda71 (msg) 12:16, 1 set 2010 (CEST)
  9. \[3i 14:34, 1 set 2010 (CEST)
  10. --Harlock81 (msg) 12:14, 20 feb 2011 (CET)
  11. --PupyFaki hai bisogno? Chiedi qui (praticamente inattivo su LSC)
  12. --IlTecnocrate (austere missive) 14:36, 26 mag 2016 (CEST)
Archivio


Candidature approvatemodifica wikitesto

Attenzione! Il seguente è l'elenco delle voci che hanno già superato la procedura di valutazione e sono in attesa di essere inserite nella rubrica.
Per favore non aggiungere le tue proposte qui, ma nella pagina apposita.

Voci in rotazione (riepilogo situazione attuale)modifica wikitesto

In questa sezione sono calendarizzate le voci approvate che fanno parte della versione attuale della rubrica, ovvero che compaiono nella pagina principale nel giorno corrispondente al numero che le individua nel riepilogo. Ogni voce compare nella pagina principale almeno due volte. Allo scopo di valutare se e quando ciò sia accaduto, nel riepilogo è anche indicata la data in cui è stato aggiunto l'incipit della voce alla rubrica attraverso la modifica del template corrispondente.

Esempio : utilizzando un esempio per maggiore chiarezza, il testo in corrispondenza del numero 1 compare nella pagina principale il primo di ogni mese. In tal caso, prima di aggiornare il template corrispondente, si chiede di valutare se sono trascorsi almeno due primi del mese dalla data indicata accanto al tasto di modifica (naturalmente, l'attenzione deve essere prestata prevalentemente per i numeri compresi tra il 29 ed il 31 dal momento che i mesi non hanno uguale durata). Se ciò è accaduto, è possibile aggiornare il template selezionando una voce tra le candidature approvate; viceversa è necessario attendere il tempo necessario. Non appena il template è stato aggiornato con una voce presa tra quelle approvate, ricorda di aggiungere nella pagina di discussione della voce prescelta il template {{cronologia valutazioni|azione1=LSC|data1=mese anno}}.

La durata del periodo tra la data di approvazione e l'effettiva pubblicazione può variare grandemente, in funzione del numero delle candidature approvate e della situazione presente nella calendarizzazione delle voci al momento dell'approvazione.

1modifica wikitesto

ultima modifica 8 agosto 2017 modifica


Train wreck at Montparnasse 1895 - 2.jpg

L'incidente ferroviario della stazione di Parigi Montparnasse fu un incidente avvenuto a Parigi il 22 ottobre 1895 ricordato soprattutto per essere stato il più spettacolare nella storia delle ferrovie francesi.

Il treno espresso 56 proveniente da Granville, con 131 passeggeri a bordo, era trainato dalla locomotiva numero 721 del tipo 120 alla cui guida era Guillaume Marie Pellerin, un esperto macchinista della Compagnie des chemins de fer de l'Ouest in servizio da più di diciannove anni. Il convoglio era composto da due vagoni per bagagli e un vagone postale, che si trovavano immediatamente dietro la locomotiva e da otto vagoni passeggeri con un ulteriore vagone bagagli in coda al treno. Era partito da Granville alle 8:45 del mattino e nel percorso aveva accumulato un po' di ritardo, partendo circa nove minuti più tardi da Versailles-Chantiers, l'ultima stazione prima di raggiungere Parigi. Per ovviare a questo ritardo il macchinista Guillaume Marie Pellerin lanciò il treno alla massima velocità per il maggior tempo possibile.

Allorché il treno giunse in prossimità della stazione di Montparnasse, il macchinista azionò il freno Westinghouse per rallentare la corsa ma questo non funzionò e non riuscì ad arrestare il convoglio. Il treno entrò in stazione alle ore 16:00, come testimoniato da tutti gli orologi elettrici che si bloccarono dopo l'impatto e proseguì la sua corsa a una velocità di circa 40 km/h, divelse la barriera dei respingenti posti a fine corsa dei binari, attraversò i circa dieci metri dell'atrio e sfondò la balaustra e la vetrata della facciata della stazione precipitando sull'antistante place de Rennes in corrispondenza di una fermata di tram posta una decina di metri più in basso.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

2modifica wikitesto

ultima modifica 27 luglio 2017 modifica


Mastaba of Niankhkhnum and Khnumhotep embrace.JPG

Khnumhotep e Niankhkhnum sono considerati da alcuni egittologi e altri studiosi come la prima coppia omosessuale maschile documentata della storia. Antichi servi reali egiziani, condivisero a corte il titolo ufficiale di "supervisore dei manicuristi del palazzo del Re", durante i regni di Niuserra e Menkauhor, sesto e settimo faraone della V dinastia, che regnarono durante la seconda metà del XXV secolo a.C.. Furono seppelliti insieme a Saqqara e sulla tomba in comune sono ricordati come "confidenti del re". Erano anche sacerdoti nel tempio solare ad Abu Gurab. Altri studiosi sostengono invece che i due fossero fratelli, forse addirittura gemelli, che vissero insieme durante la loro vita terrena, congiuntamente alle rispettive famiglie. Essi sono infatti a volte raffigurati con le loro mogli e i loro figli. Nella mastaba che è la loro sepoltura, in ogni caso, più di un affresco rappresenta una fase intima e affettiva di quella che sembrerebbe la loro vita quotidiana come coppia.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

3modifica wikitesto

ultima modifica 25 maggio 2017 modifica


King George V presents a cup to the captain of the winning New Zealand Services Rugby Team, London.jpeg

Inter-Services and Dominions Rugby Championship o più comunemente King's Cup dal nome del trofeo assegnato, fu una competizione di rugby a 15 organizzata nel periodo immediatamente successivo alla fine della prima guerra mondiale tra le squadre delle forze armate dell'impero britannico (l'esercito e l'aviazione militare del Regno Unito, le forze armate canadesi, quelle sudafricane, quelle australiane e quelle neozelandesi), le quali vantavano nelle proprie file numerosi giocatori che avevano, o avrebbero in seguito, rappresentato i loro rispettivi Paesi a livello internazionale.

Per la particolarità del torneo, che per un mese e mezzo raggruppò sul suolo britannico i migliori giocatori dell'impero e del mondo, la manifestazione, il cui esito fu deciso da uno spareggio allo stadio londinese di Twickenham tra l'esercito britannico e le forze armate neozelandesi (NZEF) davanti al re Giorgio V, viene spesso indicata come il prodromo della Coppa del Mondo di rugby (che vide la luce solo nel 1987), quando non «la Coppa del Mondo di rugby ante-litteram» o «la prima Coppa del Mondo di rugby».

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

4modifica wikitesto

ultima modifica 20 settembre 2017 modifica


Karte der Konzessionsgebiete in Tientsin.jpg

La Concessione italiana di Tientsin (in cinese: 天津意租界S, Tiānjīn yì zūjièP) fu un possedimento coloniale italiano in Cina, amministrato dal Regno d'Italia tra il 1901 e il 1943.

La Concessione fu istituita con la firma del Protocollo dei Boxer, il 7 settembre 1901: era una zona di 458.000 m², situata nell'immediata periferia orientale di Tientsin, da cui prende il nome, e costituita da un terreno lungo la riva sinistra del fiume Hai-Ho (Pei-ho), ricco di saline e comprensivo di un villaggio e di un'ampia area paludosa adibita a cimitero.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

5modifica wikitesto

ultima modifica 25 maggio 2017 modifica


001 cunicoli di Claudio 1.jpg

I Cunicoli di Claudio sono un'opera costituita da un lungo canale sotterraneo, sei cunicoli di servizio inclinati e trentadue pozzi che l'imperatore Claudio fece costruire tra il 41 e il 52 d.C. per regolare i variabili livelli del lago del Fucino in Abruzzo, salvaguardando i paesi ripuari dalle inondazioni e bonificando i terreni fucensi rendendoli coltivabili. Grazie ad essi le acque del lago defluirono attraverso il ventre del monte Salviano dal territorio di Avezzano lungo la galleria sotterranea di circa sei chilometri fino a confluire nel fiume Liri sul versante opposto della montagna, sotto il borgo antico di Capistrello. Il canale sotterraneo rappresenta la più lunga galleria realizzata dai tempi antichi fino all'inaugurazione del traforo ferroviario del Frejus avvenuta nel 1871.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

6modifica wikitesto

ultima modifica 6 giugno 2017 modifica


Eiffel-torony, Világkiállítás 1937. Fortepan 4776.jpg

Victor Lustig (Hostinné, 4 gennaio 1890Springfield, 11 marzo 1947) è stato un truffatore ceco, conosciuto come "l'uomo che vendette la Torre Eiffel". Considerato uno dei migliori artisti della truffa di inizio secolo, tra le fine degli anni dieci del XX secolo e il 1935 mise in atto decine di raggiri in Europa e negli Stati Uniti d'America, il più famoso dei quali fu la vendita come ferro vecchio della Torre Eiffel, che mise in atto per ben due volte. Fu infine catturato dai servizi segreti statunitensi e condannato a 20 anni di carcere ad Alcatraz.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

7modifica wikitesto

ultima modifica 18 aprile 2017 modifica


B. Traven aka Red Marut arrest photo in London 1923.jpg

B. Traven (a volte citato come Bruno Traven) è lo pseudonimo di uno scrittore, presumibilmente di madrelingua tedesca, attivo nella prima metà del novecento che ha tenacemente dissimulato la sua identità.

Autore di dodici romanzi di molti racconti e di un libro di reportage, il suo vero nome, nazionalità, data e luogo di nascita nonché dettagli biografici sono sconosciuti, oggetto di numerose ipotesi basate su esigue tracce raccolte in Europa, in America del Nord e tra i suoi scritti. Una delle poche certezze sulla vita di B. Traven è che ha vissuto per anni in Messico, dove è ambientata la maggior parte delle sue opere narrative, tra cui il romanzo Il tesoro della Sierra Madre (Der Schatz der Sierra Madre, 1927), da cui è stato tratto l'omonimo film vincitore del premio Oscar nel 1948. Nonostante la notorietà l'autore ha caparbiamente dissimulato la sua vera identità, nascondendosi con successo in Messico dalle investigazioni dei giornalisti. Sul suo conto circolano solo ipotesi che lo identificano di volta in volta con un anarchico tedesco ricercato in patria, un avventuriero americano, con il suo agente letterario, con la sua traduttrice, sorella del presidente del Messico, con un sindacalista tedesco, con un fotografo statunitense di origini norvegesi. Molte altre ipotesi formulate non hanno mai svelato la vera identità né la lingua madre di questo scrittore che riteneva solo il suo lavoro importante e non la sua storia.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

8modifica wikitesto

ultima modifica 9 luglio 2017 modifica


Mujer barbuda ribera.jpg

Maddalena Ventura con il marito e il figlio (o Donna barbuta) è un dipinto a olio su tela (196×127 cm) di Jusepe de Ribera, parte della collezione della Fundación Casa Ducal de Medinaceli e conservato presso l'Hospital de Tavera di Toledo. Per la rarità del soggetto raffigurato, il dipinto è uno dei più insoliti nella pittura europea del Seicento.

Sui due blocchi di pietra sulla destra del dipinto è leggibile una lunga epigrafe in latino che permette di conoscere la storia dei soggetti raffigurati. Da essa conosciamo che la protagonista del dipinto si chiamava Maddalena Ventura ed era originaria di Accumoli; durante una gravidanza, dopo che aveva già dato al marito Felice tre figli, all'età di 37 anni cominciò a sviluppare una folta barba e a 52 anni, nel 1631, si trasferì a Napoli chiamata dal viceré, dove fu oggetto di curiosità come "grande miracolo della natura".

L'epigrafe conferma che il dipinto fu eseguito su commissione del viceré di Napoli Fernando Afán de Ribera, duca di Alcalá, da "Jusepe de Ribera spagnolo, insignito della croce di Cristo, nuovo Apelle del suo tempo". Il dipinto è datato 16 febbraio 1631.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

9modifica wikitesto

ultima modifica 7 settembre 2017 modifica


The Massawa-Asmara Tramway - Towers with dual counterweights.jpg

La teleferica Massaua-Asmara era una linea teleferica trifune, adibita al trasporto merci, che collegava la città di Asmara, capoluogo del Governatorato dell'Eritrea, con il porto di Massaua.

Realizzato in 16 mesi di lavoro e lungo complessivamente 75,05 km (di cui 71,8 di linea diretta Massaua-Asmara, più 3,2 km per la diramazione Zaga-Moncullo), all'epoca della costruzione fu il più lungo impianto trifune del mondo e considerata un'autentica meraviglia dell'ingegneria dell'epoca, dal momento che la capacità di trasporto giornaliera (in 10 ore di funzionamento) era pari a quella di quattro treni (circa 400 tonnellate di merci).

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

10modifica wikitesto

ultima modifica 31 luglio 2017 modifica


Nakagin Capsule Tower 20071012-01.jpg

Il Nakagin Capsule Tower (中銀カプセルタワー Nakagin Kapuseru Tawā?) è un edificio a uso misto residenziale e commerciale ubicato tra gli esclusivi quartieri Shinbashi e Ginza di Tokyo e progettato dall'architetto giapponese Kishō Kurokawa. L'edificio è un raro esempio di architettura del movimento metabolista, emblematico della rinascita culturale del Giappone nel dopoguerra e primo esempio al mondo di applicazione seriale di una capsula abitativa costruita per un reale utilizzo. Seppur logorata dal tempo la struttura è ancora in uso, tuttavia a partire dal 2010 è iniziato il suo progressivo abbandono.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

11modifica wikitesto

ultima modifica 13 giugno 2017 modifica


Yanar Dagh.JPG

Yanar Dag (termine in lingua azera per "montagna che brucia") è una piccola altura della Penisola di Absheron in Azerbaigian, circa 25 km a nord est della capitale Baku, famosa per un fuoco che arde incessantemente dagli anni cinquanta lungo il fianco della collina. Le fiamme possono raggiungere i 3 metri di altezza e sono dovute al gas naturale che fuoriesce costantemente dal sottile strato di arenaria porosa sottostante. La sua spettacolarità, in particolare nelle ore notturne, e la sua vicinanza alla capitale hanno fatto sì che diventasse un'attrazione turistica.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

12modifica wikitesto

ultima modifica 3 marzo 2017 modifica


Tollundmannen.jpg

L'uomo di Tollund è una mummia di palude particolarmente ben conservata grazie agli sfagni, muschi tipici delle torbiere che ne hanno arrestato la decomposizione, appartenente a un uomo vissuto all'incirca nel IV secolo a.C. in Scandinavia, durante l'età del ferro. Fu sepolto in una palude di torba nello Jutland in Danimarca. La mummia di Tollund è notevole per il fatto che il suo corpo, in particolare il volto, si è così ben conservato da sembrare morto solo di recente.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

13modifica wikitesto

ultima modifica 23 agosto 2017 modifica


North Sentinental 1732160137 dff5236475 o.jpg

L'Isola di North Sentinel (in hindi उत्तर सेंटीनेल द्वीप Uttar Senteenel dveep) è una delle isole Andamane nel golfo del Bengala. L'isola si trova a ovest della parte meridionale delle Andamane del sud, ed è il territorio di una tribù di indigeni, i sentinelesi che, spesso violentemente, rifiuta qualsiasi contatto con il mondo esterno. La tribù viene annoverata tra le ultime popolazioni in tutto il mondo a rimanere ancora virtualmente incontaminate dalla civiltà moderna. A causa di tale isolamento, sono note solo informazioni molto limitate sull'isola. Nominalmente, l'isola appartiene al distretto di Andaman Meridionale, parte del territorio indiano degli arcipelaghi di Andamane e Nicobare. In pratica le autorità indiane riconoscono il desiderio degli isolani di essere lasciati isolati e limitano il loro ruolo al monitoraggio remoto. Nel 2006 i sentinelesi uccisero due pescatori che pescavano illegalmente granchi del fango attorno all'isola. L'ancoraggio improvvisato della loro barca non era riuscito a impedire che venisse portata via dalle correnti mentre erano addormentati; così l'imbarcazione si spostò nei pressi delle rive dell'isola, dove i due uomini furono uccisi. Un elicottero della Guardia costiera indiana, inviato per recuperare i corpi, fu respinto dai guerrieri sentinelesi che scagliarono un nugolo di frecce.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce


14modifica wikitesto

ultima modifica 22 settembre 2017 modifica


Yamashita.jpg

L'oro di Yamashita, noto anche come tesoro di Yamashita, è il nome dato ad un presunto bottino di guerra saccheggiato nel Sud-est asiatico dalle forze imperiali giapponesi durante la seconda guerra mondiale. Ha preso il nome dal generale giapponese Tomoyuki Yamashita, soprannominato "Tigre della Malesia". Nonostante le credenze che la ricchezza sia ancora nascosta nelle Filippine abbiano attratto cacciatori di tesori da tutto il mondo per oltre cinquant'anni, la sua effettiva esistenza è stata smentita da molti esperti. L'oro di Yamashita fu il soggetto di un complesso procedimento legale avviato in una corte delle Hawaii nel 1988 che vide coinvolti un cacciatore di tesori filippino, Rogelio Roxas, e l'ex Presidente delle Filippine Ferdinand Marcos. Nel corso della sua lunga presidenza durata vent'anni, Marcos fu accusato di aver rubato ingenti somme di denaro dalle tesorerie filippine. Tuttavia, secondo testimonianze della moglie di Marcos, Imelda Marcos, le enormi ricchezze della famiglia sarebbero derivate dal tesoro di Yamashita.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

15modifica wikitesto

ultima modifica 5 luglio 2017 modifica


Dickin Medal.jpg

La Dickin Medal è una medaglia militare britannica conferita agli animali dal People's Dispensary for Sick Animals (PDSA – un'organizzazione di beneficenza) come riconoscimento delle loro azioni in tempo di guerra. La medaglia è stata istituita nel 1943 in onore della fondatrice del PDSA Maria E. Dickin. Il dritto della decorazione, considerata la "Victoria Cross per animali", riporta, a partire dall'alto le scritte "PDSA", "For Gallantry" e "WE ALSO SERVE", mentre nel rovescio sono presenti i dettagli dell'evento per cui viene decorato l'animale.

Tra il 1943 e il 1949 la Dickin Medal è stata concessa a 54 animali (32 piccioni, 18 cani, 3 cavalli e un gatto) che hanno servito durante la seconda guerra mondiale e i conflitti immediatamente successivi. Dopo alcuni decenni senza nuove assegnazioni nel 2000 una nuova medaglia è stata conferita al terranova Gander per il suo comportamento durante la Battaglia di Hong Kong nel 1941, e due anni dopo è stato premiato il pastore tedesco Apollo, in rappresentanza di tutti i cani da ricerca che hanno scavato tra le macerie delle torri Gemelle dopo gli attentati dell'11 settembre 2001.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

16modifica wikitesto

ultima modifica 16 settembre 2017 modifica


Pyramiden 35.jpg

Pyramiden (in in russo: Пирамида?, traslitterato: Piramida) è un insediamento semiabbandonato situato nell'isola di Spitsbergen nelle Svalbard, in Norvegia.

L'insediamento, abitato stabilmente da una comunità di minatori russi fino al 1998, deriva il suo nome dalla caratteristica forma piramidale della montagna alle spalle delle città, che si affaccia sulla baia di Adolfbukta, ad est dell'isola, dove si trova il fronte del ghiacciaio di Nordenskjøldbree. Dal 2011 la località risulta nuovamente abitata grazie all'apertura di servizi turistici.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

17modifica wikitesto

ultima modifica 29 marzo 2017 modifica


Hand-writing-exam-classroom.jpg

L'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia. Come corollario di questa teoria, spesso gli incompetenti si dimostrano estremamente supponenti. Questa distorsione viene attribuita all'incapacità metacognitiva, da parte di chi non è esperto in una materia, di riconoscere i propri limiti ed errori. Il possesso di una reale competenza, al contrario, può produrre la distorsione inversa, con un'affievolita percezione della propria competenza e una diminuzione della fiducia in se stessi, poiché individui competenti sarebbero portati a vedere negli altri un grado di comprensione equivalente al proprio. David Dunning e Justin Kruger, della Cornell University, hanno tratto la conclusione che: "l'errore di valutazione dell'incompetente deriva da un giudizio errato sul proprio conto, mentre quello di chi è altamente competente deriva da un equivoco sul conto degli altri".

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

18modifica wikitesto

ultima modifica 11 marzo 2017 modifica


HorsetailFalls Supergloss.jpg

La cascata Horsetail (letteralmente: "cascata Coda di cavallo") è una cascata stagionale, situata nel Parco nazionale di Yosemite in California, che scorre durante l'inverno e nei primi mesi della primavera. La cascata sgorga dal lato orientale della formazione rocciosa conosciuta come El Capitan e complessivamente copre un dislivello di 620-630 metri. È formata da un ruscello secco per la maggior parte dell'anno e alimentato dallo scioglimento della neve tra il tardo inverno e l'inizio della primavera.

La caratteristica più notevole della cascata, fatta conoscere al grande pubblico nel 1973 dal fotografo californiano Galen Rowell, autore della prima foto a colori che ritrae il fenomeno, è il fatto che ogni anno intorno al 17-19 febbraio la luce del sole al tramonto fa risplendere l'acqua di rosso e arancione, facendola assomigliare ad una colata lavica.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

19modifica wikitesto

ultima modifica 28 agosto 2017 modifica


AngloZanzibarWar.jpg

La guerra anglo-zanzibariana fu combattuta tra il Regno Unito e Zanzibar il 27 agosto 1896.

La guerra, durata circa 40 minuti, è considerata il più breve conflitto della storia mai registrato. Diverse cifre circa la sua durata ci sono fornite dalle fonti, tra cui 38, 40 e 45 minuti, anche se spesso si cita la durata di 38 minuti. La variazione è dovuta all'interpretazione degli avvenimenti che costituiscono l'inizio e la fine della guerra. Alcune fonti fanno coincidere l'inizio della guerra con lo scadere dell'ultimatum alle 09:00 e alcuni con l'inizio del bombardamento effettivo alle 09.02. La fine del conflitto viene solitamente indicato con le 09:40 quando furono sparati gli ultimi colpi, ma secondo alcune fonti il cessate il fuoco avvenne alle 09:45.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

20modifica wikitesto

ultima modifica 9 settembre 2017 modifica


Q11 Portuense - S. Passera 01.JPG

La chiesa di Santa Passera è una chiesa romana, risalente agli inizi del V secolo, ristrutturata e ampliata nel XIV secolo, edificata sui resti di un mausoleo romano e di una cripta risalenti alla seconda metà del II secolo.

L'origine del nome della chiesa, ubicata nel quartiere Portuense di Roma, è incerta poiché non è mai esistita una santa di nome "Passera". Secondo la tradizione, essa fu costruita sulle rive del Tevere nel luogo in cui, agli inizi del V secolo, i resti di due santi alessandrini, Ciro e Giovanni, furono sbarcati, provenienti dall'Egitto, per essere trasferiti nella città di Roma. Dal secolo XI in poi appartenne al monastero di Santa Maria in Via Lata, e, nei documenti dell'XI-XIII secolo è chiamata Sancti Abbacyri oppure Sancti Cyri et Iohannis, in ricordo dei due santi per i quali fu costruita la chiesa.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

21modifica wikitesto

ultima modifica 19 marzo 2017 modifica


Virginia Woolf in Dreadnought Hoax.jpg

La beffa della Dreadnought (in inglese: Dreadnought hoax) è stato uno scherzo organizzato nel 1910 dal poeta e burlone irlandese Horace de Vere Cole sulla corazzata HMS Dreadnought, ammiraglia della flotta britannica. Cole riuscì a persuadere la Royal Navy a organizzare una visita della nave da parte di alcuni membri della casa reale abissina. In realtà, i dignitari "abissini" erano cinque amici di Cole, tra cui la scrittrice Virginia Woolf, camuffati da principi africani, che si divertirono a schernire i militari britannici.

L'idea della burla fu suggerita a Cole da un ufficiale di marina di stanza sulla HMS Hawke, allo scopo di giocare un tiro mancino ai colleghi della HMS Dreadnought. Cole e cinque suoi amici (la scrittrice Virginia Woolf - a quel tempo ancora Virginia Stephen - suo fratello Adrian Stephen, il soldato e autore Anthony Buxton, il barrister Cecil Guy Ridley e il pittore Duncan Grant, membro come Virginia del Bloomsbury Group) avrebbero dovuto spacciarsi per l'imperatore di Abissinia e il suo entourage intenzionati a fare una visita di stato a bordo della nave. Cole avrebbe impersonato un giovane rappresentante del Foreign Office, Adrian Stephen un interprete, Buxton l'imperatore e gli altri tre i suoi accompagnatori.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

22modifica wikitesto

ultima modifica 13 giugno 2017 modifica


Pieter van Schuppen - Portrait of Louis XIV of France.jpg

La fistola anale è uno dei numerosi mali di cui soffrì Luigi XIV di Francia. Fu il suo chirurgo personale Charles-François Félix, nel 1686, a operare con successo il re, grazie a uno strumento innovativo e sperimentale. La guarigione del sovrano ebbe un notevole impatto, non solo in Francia ma anche nel resto dell'Europa, e questo diede luogo a numerosi festeggiamenti civili e religiosi in tutto il regno.

Il chirurgo, che si giocava la sua carriera, prima di intraprendere l'operazione sul re testò questa pratica su diverse persone indigenti di Parigi, che vennero trattate presso l'ospedale di Versailles. Non si conosce esattamente il numero dei pazienti sottoposti a queste cure sperimentali (secondo alcuni 75), ma di sicuro si sa che molti di loro morirono, come testimoniò il parroco di Versailles, François Hébert, e che vennero sepolti all'alba, senza suono di campane, "di modo che nessuno potesse rendersi conto di cosa stesse succedendo". Questi ripetuti interventi consentirono a Félix di sviluppare uno strumento specifico per quell'operazione: un bisturi con la lama ricurva estesa come uno stiletto e il cui bordo tagliente era rivestito con un cappuccio d'argento, che avrebbe permesso di evitare lesioni quando questo fosse stato introdotto nell'ano, tenuto appositamente aperto da un divaricatore. Lo strumento prese poi il nome di bisturi "piegato alla Royal".

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

23modifica wikitesto

ultima modifica 12 maggio 2017 modifica


Tyrrell P34 Donington.jpg

La Tyrrell P34 (P per project) fu una vettura monoposto di Formula 1, la prima e unica a 6 ruote a disputare un Gran Premio. Nei primi anni 1970 la Tyrrell decise di proporre una vettura rivoluzionaria nel mondo della Formula 1 affidandosi al progettista Derek Gardner, che ebbe l'idea di sviluppare una monoposto a sei ruote. Gardner sosteneva che il sistema a tre assi da due ruote ciascuno (due anteriori ed uno posteriore) avrebbe consentito di rendere più basso e affusolato il frontale dell'auto, garantendo minor resistenza all'avanzamento, grazie alla ridotte dimensioni delle quattro ruotine anteriori, più piccole delle ruote tradizionali, opportunamente carenate dietro ad un alettone anteriore a martello; inoltre, la ridotta carreggiata anteriore e la maggiore impronta a terra avrebbero garantito più aderenza e miglior inserimento in curva.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

24modifica wikitesto

ultima modifica 20 maggio 2017 modifica


FallPando02.jpg

Pando, noto anche come Trembling Giant (in italiano «gigante tremante»), è un bosco degli Stati Uniti d'America costituito da un unico genet di maschio di pioppo tremulo americano. Si trova nello stato dello Utah, nella foresta nazionale di Fishlake.

Dai marcatori genetici della pianta si è stabilito che tutte le ramificazioni di Pando fanno parte dello stesso organismo vivente, con un massiccio sistema di radici, il cui peso è stato stimato in circa 6 615 tonnellate, il che lo rende l'organismo vivente più pesante conosciuto. Inoltre il sistema radicale di Pando è considerato tra i più antichi organismi viventi al mondo, con un'età di circa 80 000 anni.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

25modifica wikitesto

ultima modifica 10 marzo 2017 modifica


Venus of Brassempouy.png

La Signora di Brassempouy (in francese La dame à la capuche, letteralmente "La signora con il cappuccio") è un frammento di una statuetta in avorio risalente al paleolitico superiore scoperto vicino Brassempouy, Francia nel 1894. Con un'età stimata di 25.000 anni è la più antica rappresentazione realistica di un volto umano mai trovata.

L'antropologo americano Randall White, nel suo testo The women of Brassempouy: A century of research and interpretation pubblicato nel 2006 sul Journal of Archaeological Method and Theory osserva che "Le figurine emersero dal suolo in un contesto socio-politico e intellettuale coloniale e quasi ossessionato dalle questioni di razza". White ha notato che anche se lo stile utilizzato è essenzialmente realistico, le proporzioni della testa non corrispondono a nessuna popolazione umana attuale o passata. Dalla metà del XX secolo le interpretazioni sono passate dalla questione razziale a quelle di femminilità e fertilità.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

26modifica wikitesto

ultima modifica 7 aprile 2017 modifica


Yellow box junction markings.jpg

La box junction o yellow box junction (letteralmente: "area (gialla) di intersezione"), chiamata anche yellow box ("area gialla") oppure semplicemente box (soprattutto negli Stati Uniti d'America), è una particolare tipologia di segnaletica orizzontale tracciata per il controllo del traffico veicolare e in particolare per la prevenzione della congestione stradale nelle intersezioni più trafficate e degli ingorghi a scacchiera (gridlock). La box junction fu introdotta nel Regno Unito nel 1967, in seguito ad una positiva sperimentazione condotta a Londra.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

27modifica wikitesto

ultima modifica 27 maggio 2017 modifica


DBCooper.jpg

Dan Cooper, meglio conosciuto come D. B. Cooper, è un criminale statunitense famoso per aver dirottato un Boeing 727 nel 1971 dal quale si è lanciato in volo dopo aver intascato un riscatto di 200 mila dollari. Il nome Dan Cooper è lo pseudonimo usato dall'uomo durante la rapina, probabilmente ispirato all'omonimo personaggio dei fumetti degli anni 1950, protagonista di avventure aeree che vanno dallo spionaggio alla fantascienza.

Nonostante un'estesa caccia all'uomo e una continua indagine da parte dell'FBI, l'autore non è mai stato localizzato o identificato con certezza e, pur considerando l'eventualità che non potesse essere sopravvissuto ad un lancio così rischioso, il caso è rimasto aperto fino al luglio 2016, quando l'FBI ha deciso di archiviare il caso a cui era stato attribuito il nome in codice "Norjak".

Questo episodio di pirateria aerea rimane l'unico irrisolto nella storia dell'aviazione statunitense.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

28modifica wikitesto

ultima modifica 23 settembre 2017 modifica


KWC - 1989 Aerial.jpg

La città murata di Caolun (in cinese: 九龍寨城T, 九龙城寨S, Jiǔlóng Chéng ZhàiP; in inglese: Kowloon Walled City) era un insediamento in gran parte non governato e sovrappopolato, parte dell'odierna Caolun nella regione di Hong Kong. Originariamente un forte militare della dinastia Qing, la città murata divenne un'enclave cinese dopo che nel 1898 i Nuovi Territori furono affittati al Regno Unito dalla Cina, escludendo la porzione fortificata. La sua popolazione aumentò drasticamente a seguito dell'occupazione giapponese di Hong Kong durante la seconda guerra mondiale. Nel 1990 la città murata conteneva un numero stimato di 50.000 residenti all'interno dei suoi confini di 2,6 ettari (6,4 acri).

Dal 1950 al 1970, fu soggetta al controllo pressoché totale delle triadi locali con elevati tassi di prostituzione, gioco d'azzardo e abuso di droga. Nel gennaio 1987 il governo di Hong Kong annunciò i piani di demolizione della città murata. Dopo un arduo processo di sgombero, la demolizione iniziò nel marzo del 1993 e fu completata nell'aprile 1994. Nel dicembre del 1995 fu inaugurato il Kowloon Walled City Park che occupa oggi la zona dell'ex città murata. Qui sono stati conservati alcuni fabbricati storici della città demolita, tra cui il suo edificio yamen e i resti della porta meridionale.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce

29modifica wikitesto

ultima modifica 10 marzo 2017 modifica


Pont-Saint-Esprit 10.JPG

L'avvelenamento di massa di Pont-Saint-Esprit (noto in francese come affaire du pain maudit, «caso del pane maledetto») è un episodio accaduto nell'agosto 1951 nella località francese di Pont-Saint-Esprit (Gard): a causa di un'intossicazione alimentare, circa 250 persone presentarono un quadro sintomatico caratterizzato da acuti episodi psicotici, allucinazioni, tentativi di suicidio, aggressioni a vicini e a sanitari, nonché disturbi fisici come bruciore di stomaco, gastrite, nausea e convulsioni.

L'episodio ebbe risvolti giudiziari, medici, psicologici e sociologici; non mancarono altresì tesi — giudicate scientificamente e logicamente non sostenibili — da parte dei fautori delle cosiddette "teorie del complotto", che videro nell'accaduto un ulteriore capitolo nella storia delle sperimentazioni di guerra chimica, in un periodo di piena guerra fredda contro l'Unione Sovietica.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

30modifica wikitesto

ultima modifica 30 maggio 2017 modifica


Le polyphage Jacques de Falaise.jpg

Tarrare, a volte citato come Tarare, (Lione, 1772Versailles, 1798) è stato un militare e artista francese, noto per le sue abitudini alimentari particolari. In grado di mangiare grandi quantità di carne, era costantemente affamato e, poiché i suoi genitori non erano in grado di rifornirlo adeguatamente di cibo, fu costretto ad abbandonare la famiglia da adolescente. Viaggiò in Francia in compagnia di una banda di ladri e prostitute, prima di diventare il fenomeno da baraccone di un ciarlatano itinerante: ingoiava tappi, sassi, animali vivi e un intero cesto pieno di mele. Successivamente si trasferì a Parigi, dove lavorò come artista di strada sfruttando questa sua insolita abilità.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

31modifica wikitesto

ultima modifica 4 marzo 2017 modifica


Rijecki karneval 140210 22 Morcic.jpg

Il moretto fiumano (in croato: Morčić) è il tipico gioiello della città di Fiume, in Croazia.

L'effige della testa di moro con il turbante, che decora principalmente orecchini e ciondoli, ma anche spille, anelli e fermacravatte, costituisce uno dei simboli più riconoscibili di Fiume, della regione del Quarnero e della costa dalmata. Oltre ai suoi scopi estetici, decorativi e di portafortuna, questo insolito gioiello è anche un tipico segno di identità ed appartenenza alla città di Fiume.

Leggi la voce  · Proponi un'altra voce